Gas Sales, il ritorno di Andrea Gardini: “Ho scelto una società seria e ambiziosa” – AUDIO

Andrea Gardini

“Faremo un gioco spumeggiante, dobbiamo essere pronti a osare”. Con queste parole il direttore generale Hristo Zlatanov presenta il nuovo allenatore della Gas Sales volley, Andrea Gardini.

La presentazione del nuovo mister è avvenuta alla Banca di Piacenza, sponsor della società: “Dobbiamo ringraziare l’istituto di credito per il sostegno che non è mai venuto a mancare” ha detto Zlatanov.

Nemmeno il tempo per festeggiare la promozione nella massima serie che la società si è già messa al lavoro per allestire la squadra del prossimo anno.

“Non è facile perché come sapete le neopromosse si possono muovere sul mercato solo in un secondo tempo rispetto alle altre. Non sappiamo ancora cosa riusciremo a ottenere ed è ancora presto per parlare di obiettivi e stili di gioco. Sicuramente vogliamo osare e abbiamo scelto di affidarci a Gardini essendo un giocatore e un allenatore di esperienza e vincente”.

Andrea Gardini non è un volto nuovo a Piacenza avendo indossato i colori biancorossi nella stagione 2003-2004.

“Devo fare i miei complimenti a Zlatanov e a tutta la società. Tornare in massima serie in un solo anno è un vero record. Una squadra allestita in soli dieci giorni che è riuscita a raggiungere un traguardo incredibile; traguardo che alcuni club ancora non sono ancora riusciti a raggiungere dopo anni. Questo mi ha dato conferma che alla base di questa squadra ci sono persone capaci e ambiziose ed è il motivo per cui ho scelto Piacenza. Anche a livello di pubblico, qui c’è un entusiasmo che non è facile trovare in altre città”.

“E’ ancora presto per parlare di gioco, tattiche, schemi e obiettivi perché al momento non abbiamo giocatori quindi non posso permettermi analisi tecniche. Senza dubbio io preferisco un gioco moderno e veloce rispetto a uno stile più fisico. Dipende tutto dai giocatori che riusciremo ad arruolare”.

Presente anche Massimo Botti che nella prossima stagione sarà viceallenatore oltre a responsabile del settore giovanile: “Ho scelto di restare per due motivi. Per il rispetto che nutro nei confronti di questa società e di questa città e perché lavorare a fianco di Andrea Gardini rappresenta per me un’opportunità per migliorami”.