Assigeco Piacenza, sesto sigillo consecutivo: anche Udine cade al PalaBanca 91-80

assigeco piacenza

L’Assigeco Piacenza con un secondo tempo da urlo allunga a sei la striscia vincente e acuisce il momento no di Udine, che incappa nella quinta sconfitta consecutiva. Gli uomini di Salieri si impongono per 91-80 guidati da un McDuffie da 34 punti contro degli avversari mai domi e in netto miglioramento rispetto alle ultime uscite. I biancorossoblù, semplicemente, sono stati più bravi

blank

La cronaca

Nel primo periodo Udine parte in quinta cercando di scrollarsi la negatività di dosso e si rivela letale da 3 infilando 6 triple su altrettanti tentativi guidati da Mussini e Antonutti. Sotto canestro Foulland fa il vuoto e così gli ospiti realizzano ben 34 punti nei primi dieci minuti contro una Piacenza che nonostante tutto gioca il suo basket con 26 punti Messina segno. Dopo la prima pausa Udine trova il canestro del +10, ma lentamente sale l’aggressività difensiva dei padroni di casa che in attacco vengono orchestrati in maniera magistrale da un Federico Massone in un periodo di forma clamoroso. Mussini dall’altra parte prova a tenere li i suoi, ma l’Assigeco trova prima il pareggio e poi il +3 (45-42) grazie a tre liberi.

Gli ultimi minuti del primo tempo però sono tutti dei bianconeri che piazzano un parziale di 8-3. Al rientro dagli spogliatoi, come ormai consuetudine delle ultime partite, Piacenza alza il livello della propria difesa che trova in Molinaro e Gajic il suo fondamento. A beneficiarne è la transizione offensiva gestita perfettamente da McDuffie e Canberra e dall’impatto di Guariglia nei pressi del ferro. Johnson in questo frangente è protagonista dei suoi ma l’Assigeco conclude il quarto avanti di 5 (70-65). I primi minuti del quarto finale risultano molto confusi e tesi, ma i padroni di casa non vanno sotto nella lotta fisica e sporcano ogni tiro ad Udine che trova in Foulland e Johnson gli unici due sbocchi, ma non è abbastanza.

McDuffie con una magia in contropiede trova il canestro e il fallo di Giuri, Johnson poco dopo commette ingenuamente prima un fallo normale e poi un antisportivo su Carberry che, in situazione di bonus, realizza 4 liberi di fila. Udine non trova più la via del canestro grazie ad un sontuoso Molinaro, McDuffie in campo aperto inchioda la schiacciata da highlight, prima che lo stesso Molinaro con una stoppata da capogiro chiuda i conti. L’Assigeco sale a quota 16 in classifica staccando proprio la APU e ora si gode il terzo posto in attesa del big match di domenica contro Orzinuovi.

I protagonisti

Markis McDuffie regala l’ennesimo trentello del suo campionato con due soli errori dal campo (9/11 da due, 3/3 da tre) cui aggiunge uno straordinario 44 di valutazione. Carberry chiude a 20 una partita fatta della solita energia nel finale mentre Massone delizia gli spettatori da casa con 9 assist uno più bello dell’altro. Bene anche Guariglia con 11 punti e Molinaro con 7.

Le statistiche biancorossoblù

Per la seconda partita consecutiva arrivano notizia confortanti dalla lunetta. Il 18/20 di stasera è decisivo nella conquista dei due punti. Bene anche la precisione nel pitturato, con Piacenza che realizza ben 23 tiri su 35 tentativi all’interno dell’arco. Spiccano inoltre i 20 assist di squadra a fronte delle sole 5 palle perse, ma più di ogni altra cosa emerge la difesa di una squadra che anche oggi ha alzato i giri negli ultimi due quarti.

Coach Salieri, al termine della gara, non lesina i complimenti alla squadra

“Abbiamo messo in campo una prestazione davvero importante e contro una squadra che giustamente il suo allenatore vede in crescita. Udine è venuta qui a fare una partita di grande spessore e per questo motivo dobbiamo essere soddisfatti di quanto abbiamo fatto. La difesa del secondo tempo? Ormai è diventato per noi abbastanza consueto uscire alla distanza, ma adesso dobbiamo cercare di recuperare le energie che i ragazzi hanno profuso in questo grande sforzo per portare a casa la vittoria.

Dobbiamo continuare a ragionare partita per partita, rimanendo con i piedi per terra, pur consapevoli che il gruppo si sta sempre più cementando. Devo ringraziare la società perché per noi l’ambiente è fondamentale. Lavorare assieme al Campus, vivere la quotidianità come stiamo facendo da inizio anno con questa armonia e la possibilità di lavorare bene non è cosa facile da trovare. Da parte nostra non dobbiamo fermarci. Continuare a lavorare e farci trovare pronti domenica contro una squadra che sta ottenendo risultati importantissimi in questa stagione”.

ASSIGECO PIACENZA-OLD WILD WEST UDINE 91-80

(26-34, 22-16, 22-15, 21-15)

PIACENZA: Voltolini ne, Perotti, Poggi, Molinaro 7, Formenti 8, Carberry 20, McDuffie 34, Gajic 3, Massone 5, Guariglia 11, Cesana 3, Jelic. All. Salieri

UDINE: Johnson 20, Mussini 15, De Angeli, Schina, Antonutti 8, Mobio 10, Agbarra, Foulland 14, Giuri 6, Nobile, Pellegrino 7, Italiano. All. Boniciolli

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank