Bakery, Campanella: ”Abbiamo dimostrato grande spirito di sacrificio” – AUDIO

Campanella
Piacenza 24 WhatsApp

Grande vittoria della Bakery Piacenza che nella sfida salvezza contro Capo d’Orlando si impone con netto 90 a 74. I ragazzi di coach Federico Campanella faticano nel primo tempo (chiuso sotto di dieci punti), ma dimostrano grande spirito di sacrificio e forza di volontà, andando così a vincere un match fondamentale per il prosieguo del campionato.

Casa di Cura

A commentare la vittoria della Bakery è proprio coach Campanella ai microfoni di Radio Sound:

Vittoria fondamentale

Negli spogliatoi ci siamo guardati in faccia. Non eravamo contenti della prestazione, soprattutto difensiva, del primo tempo. Nel secondo siamo stati bravi a chiudere maggiormente le maglie difensive e a limitare i loro migliori realizzatori.

In attacco abbiamo costruito bene e giocato a tutto campo, riuscendo a ribaltare la partita e la differenza canestri con Capo D’Orlando in una prospettiva di arrivo a due.

Casa di Cura

I nuovi arrivati

Bonacini e Venuto hanno caratteristiche molto diverse rispetto ai giocatori che sostituiscono (Bonacini e Perin, ndr.). Ci siamo subito riadattati per adeguarci il più possibile ai nuovi arrivati. Direi che in questo momento la risposta è stata ottima.

Sono contento di entrambi e di come la squadra li ha accolti e metabolizzati la squadra. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e anche contro Orlandina abbiamo dimostrato un grande spirito di sacrificio, che ritengo essere la pozione magica per perseguire l’obiettivo salvezza. In ogni caso, dobbiamo rimanere con i piedi per terra.

Sacchettini: il nuovo capitano

Con la perdita di Bonacini e Perin, Sacchettini è diventato capitano. Ciò che mi piace di lui è l’entusiasmo e la positività che riesce a trasmettere agli altri. Riesce a trascinare i compagni anche partendo dalla panchina e quest’oggi i suoi punti sono stati chirurgici nel creare il solco tra noi e gli avversari.

Prosieguo del campionato

Ci sono ancora quattordici punti in palio. Perciò, ripeto che è necessario stare con i piedi per terra. Il nostro obiettivo è una salvezza matematica e tranquilla. Non è facile, ma al momento siamo padroni del nostro destino.

Casa di Cura

Di seguito, l’intervista audio completa a coach Federico Campanella

Radio Sound
blank blank