Fondazione, oltre 500 studenti a lezione di salute e attività fisica per l’iniziativa “Benvenuti sportivamente in prima”

Fare sport, muoversi a piedi e un’alimentazione equilibrata sono i cardini di uno stile di vita che non solo contribuisce alla salute del corpo, ma che ha anche effetti positivi sulle performance scolastiche, sulla capacità di attenzione e sull’ambiente che ci circonda. Un’ampia e documentata riflessione su questi e altri temi è stata proposta ieri e oggi a oltre 500 studenti piacentini delle classi prime delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Piacenza che, suddivisi in quattro turni, hanno seguito una speciale lezione di educazione alla salute a cura di Giorgio Chiaranda, responsabile del Servizio di Medicina dello sport e promozione della salute dell’Azienda Usl di Piacenza, da Fiorenzo Zani, responsabile dell’Ufficio scolastico provinciale di Piacenza per educazione fisica e sport, da Giovanni Montani, presidente provinciale della Federazione Medico-sportiva e dal pediatra Paolo Zanasi.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto “Benvenuti sportivamente in prima”, ideato e promosso dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e sviluppato dall’Ufficio scolastico e all’Ausl di Piacenza, che è stato avviato lo scorso ottobre con due grandi “feste d’accoglienza” al Campus Dordoniall’insegna del gioco e dello sport,sempre rivolte agli studenti delle prime. Durante questi due grandi eventi, organizzati dagli insegnanti di educazione fisica del territorio, gli studenti, accompagnati da un team di tutor delle classi quinte, avevano sperimentato diverse discipline sportive e si erano sottoposti a piccoli test valutativi che hanno consentito un’ampia raccolta di dati e informazioni (anonime) utili alla ricerca medico-sportiva.

«Gli incontri di formazione che si sono svolti in questi giorni sono il completamento di un’azione che ha come obiettivo quello di diffondere tra i giovani il valore sociale, culturale ed educativo dello sport – sottolinea il consigliere di amministrazione di Fondazione Robert Gionelli, che ha moderato gli incontri con gli studenti -, così come enunciato nel Documento programmatico del nostro ente, siamo convinti che promuovere lo sport e sostenere il diritto di tutti a praticarlo, significhi lavorare affinché quanti più bambini e ragazzi possibile possano godere dei suoi benefici. Se vissuto in modo corretto lo sport è sinonimo di benessere fisico, salute, gioco, divertimento, passione, e anche uno strumento straordinario per promuovere l’inclusione e l’integrazione sociale, l’amicizia e la fratellanza».

Questa “edizione zero” del progetto Benvenuti sportivamente in prima non si conclude qui. Ai bambini e ai ragazzi in queste settimane è stato lanciato un contest per ideare un logo, un simbolo da riportare su felpe, magliette e materiali legati alla manifestazione, che si propone di diventare un appuntamento fisso per le scuole piacentine.

Ai quattro incontri di educazione alla salute, organizzati dalla professoressa Maria Cristina Favari, hanno preso parte una o più classi prime delle scuole superiori Respighi, Itas Raineri, Tramello, Casali, Romagnosi, Marcora, Cassinari, Isii Marconi, Colombini, Gioia, Leonardo da Vinci e Liceo San Benedetto, e delle scuole medie Dante, Carducci, Calvino, Faustini, Frank e Nicolini.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank