Bianco e Rosso Ep.11, Luca Matteassi: “Un DS non si annoia mai. Con il Gubbio si deve vincere” – AUDIO

bianco e rosso, matteassi, piacenza calcio

BIANCO E ROSSO accompagna le sorti del Piacenza calcio anche nei momenti delicati. La recente scelta del silenzio stampa parziale (Matteassi e Scianò sono gli unici tesserati delegati a parlare) denota una situazione scomoda intono a mister Franzini, lungamente contestato mercoledì pomeriggio nonostante la vittoria in Coppa.

RADIOSOUND guarda avanti e, in compagnia del DS biancorosso, punta dritto al match con il Gubbio: una partita da vincere, senza se e senza ma. Per farlo, servirà tutto l’appoggio del pubblico di fede piacentina e una prestazione da grande squadra. Vincere contro una piccola significherebbe tanto sotto due punti di vista: quello morale e in ottica campionato.

Nella lunga chiacchierata nell’appuntamento con Pippo Vardelli, l’ex capitano del Piacenza non si è soffermato solo sul match. Il nativo di Grosseto ha parlato del mercato, del lavoro quotidiano per un direttore sportivo e dell’area scouting che opera in via Gorra.

La diretta di Piacenza calcio-Gubbio sarà su RadioSound, dalle 15:00 di domenica.

Cosa fa un DS quando il mercato è chiuso?

“Continua a guardare le partite ed i giocatori di tutte le categorie. Cerca di tenere unito il gruppo, dialoga con il mister, parla con i giocatori e annusa tutte le situazioni per capire in anticipo quello che può succedere. Non ci si annoia a fare il direttore sportivo”.

L’area scouting come si muove?

“E’ un continuo osservare giocatori che rientrano nell’ottica del Piacenza calcio secondo il budget stabilito dalla proprietà. Tutto viene riportato al mister e alla società, e poi in base a modulo, budget ed a tante altre cose si tirano le somme su una lista di potenziali acquisti”.

Nella tua scelta di rimanere a Piacenza c’è una questione di cuore?

“Sarò sempre grato alla famiglia Gatti perché mi sta dando l’opportunità di fare il direttore sportivo. Mi è stato offerto un contratto biennale dalla proprietà ed ho accettato. Non ho cercato niente e non mi è arrivato nulla da altre società. Non me la sentivo di andarmene: il mio obiettivo è rimanere qua. Sono felice ed orgoglioso di essere parte della società”.

Quali difficoltà vi porterà il Gubbio?

“Il Gubbio è partito male ma con il cambio di allenatore ha ritrovato fiducia. Noi dobbiamo vincere per non distaccarci troppo dalla vetta, altrimenti diventa dura. Nelle prossime partite serve un filotto di vittorie importante, ma tutto deve iniziare domenica dal Gubbio”.

Matteassi è sempre vigile per cui chissà se qualcosa bolle in pentola per il mercato di gennaio?

“E’ ancora troppo presto per parlarne. Bisogna controllare dove saremo a dicembre e poi decideremo cosa fare. Le valutazioni vengono fatte quotidianamente ma è prematuro parlare di mercato”.

Di seguito l’intervista completa a Luca Matteassi, direttore sportivo del Piacenza calcio

Bianco e Rosso è la rubrica dedicata al Piacenza calcio, ogni venerdì alle 17:30 su Radio Sound