Un nuovo asilo da 25 posti a Bobbio, il sindaco Pasquali: “Partire dai bambini per incentivare la vita in montagna” – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

“Un 2023 eccezionale, soprattutto perché le presenze a Bobbio sono state veramente tante, abbiamo superato i 4 mila camper, tanti italiani e tanti stranieri”.

Casa di Cura

Il sindaco di Bobbio, Roberto Pasquali, traccia il bilancio dell’anno appena trascorso e illustra gli obiettivi per il 2024.  Oltre al turismo, segno positivo per il commercio.

Il commercio

“L’idea dei commercianti, in sinergia con il Comune e Confcommercio, di lanciare la lotteria di Natale ha dato grandi risultati perché ci sono stati oltre 1300 tagliandi venduti e questo ha dato un bell’impulso al nostro commercio”.

“Un 2023 di soddisfazioni”

“Per quanto riguarda il 2023, l’impegno che la mia maggioranza ha messo in campo è davvero da lodare perché abbiamo ottenuto importanti successi sia nell’ambito della cultura che in quello infrastrutturale. Abbiamo investito molto per concretizzare quelli che erano i nostri obiettivi: avevamo tanti obiettivi da raggiungere e ne abbiamo realizzati circa l’80%”.

Casa di Cura

Gli obiettivi per il 2024

“Per il 2024 abbiamo tanti progetti. Il primo traguardo raggiunto è il finanziamento per il recupero della chiesa di San Francesco e a breve partirà il cantiere. Una riqualificazione che prevede un bellissimo auditorium che sarà anche sala teatrale e cinematografica che potrà utilizzare anche Marco Bellocchio”.

“Poi avremo la realizzazione di un asilo nido da 25 posti che si andrà ad aggiungere a quello già esistente che ospita fino a 11 bambini. Creare un asilo da 25 posti crediamo che possa incentivare anche le nascite, che noi auspichiamo. Una decisione che va incontro all’idea di “asilo gratis in montagna” avanzata dalla Regione: partire dai bambini per far crescere le residenze in montagna credo che sia stata una scelta felice della Regione, un impulso all’aumento delle famiglie che vivranno in montagna”.

“Partiranno i lavori per la riqualificazione del Seminario Vescovile che diventerò polo scolastico. Parliamo di una prima tranche dei lavori, da 2 milioni e 451 mila euro. Sotto il profilo della sicurezza introdurremo trenta nuove telecamere di sorveglianza che installeremo a Bobbio ma anche nelle frazioni di Mezzano Scotti, Cassolo e Santa Maria. Quelle che abbiamo attualmente, che sono 58, ci permettono di contenere o quasi azzerare i furti nella nostra località: le implementeremo anche contro i vandalismi dopo i casi che hanno riguardato auto in sosta e giardini pubblici. Quindi con queste nuove telecamere daremo un impulso anche alla maleducazione”.

“Per quanto riguarda l’ammodernamento della Statale 45 abbiamo chiesto una strada in sicurezza. Oggi noi abbiamo delle difese degli anni ’40. Non è possibile, con le auto che ci sono oggi, mantenere in essere una strada di questo tipo. Quindi l’ammodernamento si deve fare, va fatto, soprattutto per la messa in sicurezza della Statale”.

Casa di Cura
Radio Sound
blank blank