Borgo in Fiore a Caminata di Alta Val Tidone, evento rinviato al 22 maggio

Borgo in Fiore il 24 aprile a Caminata frazione del Comune di Alta Val Tidone

Rinviata a causa dell’annunciato maltempo: la festa “Borgo in fiore” organizzata dall’agenzia di comunicazione Studio Mood di Piacenza e dall’amministrazione comunale di Alta Val Tidone sarà rimandata da domenica 24 aprile a domenica 22 maggio a causa della perturbazione che sta attraversando in questi giorni il Nord Italia.

“A malincuore dobbiamo dare appuntamento a turisti e visitatori per il mese prossimo – spiega Simona Traversone, assessore comunale con delega a Turismo, Promozione Territoriale -. Stiamo lavorando da mesi per organizzare “Borgo in fiore” e non possiamo rischiare, per rispetto verso chi verrà e verso gli espositori, che la pioggia prevista per domenica rovini l’evento. Meglio quindi attendere ancora qualche settimana per godere con tutta tranquillità dei fiori e dei profumi che il borgo di Caminata, addobbato a festa, saprà regalarci”.

blank

L’appuntamento prevede, per l’intera giornata, bancarelle di fiori, espositori di prodotti legati alla natura, vivaisti, chioschi di “street food”, passeggiate nel borgo, presentazioni di libri e iniziative collaterali. Spazio anche alla lavanda e alla sua coltivazione, che il progetto Natural Valley (marchio recentemente messo a punto dai Comuni montani del Piacentino con Alta Val Tidone in prima linea) vuole promuovere nella nostra provincia insieme all’Associazione Produttori Lavanda Appennino Piacentino come volano per l’economia locale.

Borgo in Fiore

I fiori e i colori della primavera, il profumo della lavanda e il fascino di un borgo senza tempo saranno al centro della festa “Borgo in fiore” che domenica 22 maggio animerà vicoli e stradine di Caminata, incantevole frazione del Comune di Alta Val Tidone.

L’appuntamento, organizzato dall’agenzia di comunicazione Studio Mood di Piacenza in collaborazione con l’amministrazione comunale di Alta Val Tidone, durerà l’intera giornata con bancarelle di fiori, espositori di prodotti legati alla natura, vivaisti, chioschi di “street food” ed iniziative collaterali. Spazio anche alla lavanda e alla sua coltivazione, che il progetto Natural Valley (marchio recentemente messo a punto dai Comuni montani del Piacentino con Alta Val Tidone in prima linea) vuole promuovere nella nostra provincia insieme all’Associazione Produttori Lavanda Appennino Piacentino come volano per l’economia locale.

Borgo in Fiore a Caminata, una festa al profumo di lavanda

“La bellezza del nostro paesaggio e dei nostri paesi, se opportunamente valorizzata, può rappresentare la rinascita sociale, culturale e turistica delle nostre vallate. – commenta Simona Traversone, assessore comunale con delega a Turismo, Promozione Territoriale – L’opportunità che il nostro territorio possa trarre vantaggi, anche economici, dalla coltivazione della lavanda aggiunge bellezza a bellezza e una prospettiva interessante. “Borgo in fiore” vuole essere un punto di partenza in questa direzione. Vogliamo mostrare a turisti e visitatori quanto di meglio la nostra valle possa offrire”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Cesare Bollani, direttore del Centro italiano di formazione, cultura, ricerca e produzione di lavanda: “È una produzione di nicchia ma ricca di potenzialità e in grado di coinvolgere molteplici settori economici e trasmettere alle nuove generazioni un patrimonio di tecniche, di conoscenze e di progettualità in grado di delineare sempre nuove direttrici di sviluppo. Il Centro di ricerca promuove nuove tipologie di lavanda che possano identificare un Territorio con le sue peculiarità. Questa deve essere la forza, dare all’agricoltura il giusto reddito per rimanere a produrre sui territori”.

“Come aziende agricole vogliamo essere partecipi della promozione dell’Appennino Piacentino. – commenta Stefano Brugnelli, presidente dell’associazione – Abbiamo condiviso lo spirito del Centro italiano Lavanda creando un’associazione culturale che apra un dialogo tra produttori e avvicini altre aziende a questa pianta, coltivabile anche in zone considerate marginali dal punto di vista agricolo”.

La diversità di utilizzo delle diverse specie di lavanda si potrà riscontrare visitando vari stand come quello della fattoria sociale Erbucchio che farà “assaggiare” i biscotti alla lavanda.

Tanti, comunque, gli eventi in calendario: alle 15.30 prenderà il via una passeggiata alla scoperta degli scorci più caratteristici di Caminata (partecipazione gratuita ma con prenotazione obbligatoria, per informazioni e prenotazione: cooltour2.0@gmail.com o 349-5169093) mentre per tutto il giorno sono previste presentazioni di libri, animazione per vie e vicoli del paese, laboratori per bambini e momenti musicali .

L’idea è quella di trasformare Caminata, per un giorno, in un angolo di Provenza

In occasione della giornata l’amministrazione comunale di Alta Val Tidone ha inoltre deciso di coinvolgere residenti e abitanti della frazione: “Ci siamo rivolti a tutti coloro che vivono a Caminata o che hanno qui una seconda casa – spiega Traversone – per aiutarci a rendere questo piccolo borgo fortificato un esempio della bellezza e della rinascita che sono alla base del nostro progetto di valorizzazione. Abbiamo chiesto, per quella giornata, di addobbare balconi, finestre, terrazzi e porte d’ingresso delle abitazioni con fiori e piante per accogliere i turisti con una cascata di colori e di profumi. Vogliamo regalare ai nostri visitatori una giornata indimenticabile”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank