Ciclismo, nasce l’asse Cadeo Carpaneto-Torrile

cadeo carpaneto

Un nuovo asse piacentino-parmense tra due realtà dalla tradizione consolidata nel panorama ciclistico giovanile. Il Cadeo Carpaneto e il Torrile si stringono la mano e danno vita a una proficua collaborazione, ufficializzata ieri e che vedrà i primi frutti nella prossima stagione in sella, quella targata 2022.

Già quest’anno, la realtà piacentina presieduta da Mauro Veneziani ha allestito una squadra Juniores maschile targata Maserati Cadeo Carpaneto, dove sono presenti cinque ragazzi che stanno correndo con costanza e frequenza nel calendario su strada.

Il progetto, iniziato nei mesi scorsi con il fondamentale apporto e ingresso societario di Giulio Maserati, aveva nelle sue intenzioni una durata a lungo termine e ora arriva la conferma nei fatti, rilanciando con l’accordo con il Torrile, realtà parmense che normalmente si occupa di coltivare i giovani talenti partendo dalla categoria Giovanissimi per poi proseguire con Esordienti e Allievi. Dal sodalizio parmense, per esempio, sono usciti talenti come Mattia Pinazzi (azzurro su pista) e Alex Raimondi, ora dilettante. Così, ora viene garantito uno sbocco naturale nel passaggio a Juniores, in maglia piacentina.

Nel 2022, cinque ragazzi del Torrile vestiranno i colori del Maserati Cadeo Carpaneto. Si tratta di Giacomo Cannizzaro, Riccardo Lori, Andrea Conti, Davide Beati e Cristian Cappuccilli. Quest’ultimo farà ritorno al Cadeo Carpaneto dove aveva già affrontato il biennio da Esordiente. A fare da traìt d’union, il ds del Torrile Paolo Puddu, ex Cadeo Carpaneto e figura stimata a livello professionale e umano dal sodalizio piacentino.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

App Galley