Cna celebra i cinquant’anni, ospite il ministro De Micheli

Proseguono le iniziative per celebrare il 50° anniversario di fondazione di CNA Piacenza. La prossima è in programma venerdì 11 ottobre alla Sala degli Arazzi del Collegio Alberoni; sede, per l’occasione, di un’Assemblea pubblica celebrativa (inizio alle ore 17.30), in cui verranno ripercorsi gli eventi più importanti; ma anche ricordati i principali protagonisti di questo primo mezzo secolo di storia dell’associazione piacentina dell’artigianato e della piccola e media impresa.

L’Assemblea si aprirà con i saluti introduttivi del sindaco di Piacenza e Presidente della Provincia Patrizia Barbieri; del Prefetto Maurizio Falco; del Presidente della Camera di Commercio Alfredo Parietti; e del Presidente regionale di CNA, Dario Costantini. Si terrà poi la relazione del Presidente provinciale di CNA, Giovanni Rivaroli; seguiranno le premiazioni delle aziende associate da almeno 40 anni e delle imprese che si sono distinte per gli eccellenti risultati conseguiti.

Ospite il ministro De Micheli

Momento centrale dell’Assemblea, la tavola rotonda dal titolo “Infrastrutture, sviluppo economico ed innovazione: quale futuro possibile?”; al tavolo dei relatori il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, e il Presidente nazionale di CNA, Daniele Vaccarino, moderati dal giornalista Robert Gionelli.

“Vogliamo festeggiare questi primi cinquanta anni di storia della nostra Associazione – precisa il Presidente Rivaroli – con un momento non soltanto celebrativo ed evocativo ma anche di approfondimento su temi di strettissima attualità.

La mission principale di CNA, del resto, è quella di creare occasioni che possano migliorare ed impreziosire il percorso lavorativo dei propri associati, ed è pensando proprio a questo obiettivo che abbiamo voluto organizzare un’Assemblea come quella che si svolgerà venerdì al Collegio Alberoni. Sarà anche un momento di confronto con le Istituzioni e le altre realtà produttive del nostro territorio, un’Assemblea dedicata principalmente ai nostri associati ma anche ai nostri padri fondatori e a tutte le persone che hanno contribuito a scrivere questi primi cinquanta anni di storia di CNA Piacenza”.