Consegnate 625 borracce agli studenti di Pontenure: “Insegnare il rispetto per l’ambiente”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Nella mattinata di martedì 31 gennaio 2023 sono state consegnate 625 borracce di alluminio ai bambini e agli studenti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola media di Pontenure. Un progetto che si è realizzato grazie alla ditta Elior Ristorazione, che ha fornito le borracce e due erogatori dio acqua. Si tratta di un progetto di educazione civica di più ampio respiro per le giovani generazioni: il rispetto e la tutela dell’ambiente.

«Un progetto, promosso dal Comune di Pontenure in collaborazione con la ditta Elior Ristorazione e con il plesso scolastico di Pontenure, che era stato avviato prima della pandemia Covid – ha spiegato Angela Fagnoni, vice sindaco di Pontenure e assessore all’Istruzione – con l’introduzione nelle mense di stoviglie e posate riutilizzabili e lavabili. Da qui, eliminare le bottiglie di acqua usa e getta, introducendo le brocche durante il servizio mensa e munendo ognuno dei ragazzi di una borraccia che possa essere riempita all’occorrenza utilizzando uno dei due distributori di acqua filtrata che sono stati installati: uno nella mensa di via Marconi e uno nella mensa di via Gaeta».

«La nostra azienda ha fornito sia le borracce e questi due erogatori con lo scopo di eliminare le bottiglie di plastica – hanno aggiunto Alessandra Montemagno e Sara Barbieri, dirigenti di Elior Ristorazione – per ridurre l’impatto dei rifiuti sull’ambiente».

«Questo è un intervento che abbiamo condiviso con la scuola – ha sottolineatol’assessore Angela Fagnoni – e s’inserisce pienamente in quei progetti educativi che gli studenti portano avanti con il corpo docente e rientra a pieno titolo in quelle politiche di attenzione all’ambiente che la nostra amministrazione comunale sta promuovendo in questi anni con l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, conseguendo un risparmio energetico, ottenendo una miglior coibentazione termica e abbattendo le emissioni inquinanti, svincolandosi sempre di più da fonti di energia fossile grazie all’installazione dei pannelli solari e fotovoltaici».

«All’interno delle classi – ha chiosato Leonardo Mucaria, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Ugo Amaldi di Pontenure – i nostri scolari coltivano iniziative di educazione civica e educazione ambientale. Nel corso della mattinata ho ribadito il concetto di responsabilità. Occorre smaltire responsabilmente i rifiuti ma bisogna aver cura di ogni bene, comprendendo quali risorse sono state impiegate nel ciclo produttivo, così da poter massimizzare l’impiego e l’utilizzo nel tempo, sino al momento dello smaltimento. Gli studenti della III, della IV e della V primaria hanno proiettato un piccolo cortometraggio che hanno realizzato, che metteva in luce il problema delle microplastiche, con le pesanti ripercussioni sull’ecosistema marino. Ma il video non si è limitato ad analizzare un evento, bensì i bambini hanno aggiunto una serie di contributi e di idee che ciascuno di noi può e deve mettere in pratica: dall’utilizzare la doccia anziché la vasca da bagno per lavarsi, riducendo il consumo idrico, fino al recuperare le acque piovane per innaffiare».

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank