Lavoro tra luci e ombre, ancora troppe donne si dimettono dopo la nascita di un figlio – AUDIO

Vaghini (Cisl): "A Piacenza 3mila donne hanno perso il posto di lavoro. Pandemia e contratti precari tra le cause" - AUDIO
Lavoro donne
Piacenza 24 WhatsApp

Ancora troppe donne si dimettono dal lavoro dopo la nascita di un figlio nella regione Emilia Romagna. Il dato pubblicato dall’Agenzia Dire nel dicembre scorso anticipa le criticità emerse dai dati INPS  e ISTAT in merito al mercato del lavoro. “Rispetto al 2021 –commenta Michele Vaghini, Segretario Provinciale Cisl Piacenza oltre diecimila contratti di lavoro non sono stati attivati nel 2022 – .

L’INPS ha pubblicato, in data 19 gennaio 2023, i dati di ottobre 2022 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati nei primi dieci mesi del 2022, sono state 6.935.000, con un aumento del 14% rispetto allo stesso periodo del 2021.

La crescita ha interessato tutte le tipologie contrattuali: 1.196.000 assunzioni per i contratti a tempo indeterminato (+24%). Significativo risulta anche l’aumento delle diverse tipologie di contratti a termine, 609.000 assunzioni per gli intermittenti (+20%), 299.000 per l’apprendistato (+14%),3.014.000 per il tempo determinato (+13%), 909.000 per gli stagionali (+11%) e 907.000 per i somministrati (+7%). Dopo il 2015 non si era mai registrato, nei primi 10 mesi dell’anno, un numero così elevato di assunzioni a tempo indeterminato

Secondo l’ISTAT, poi, gli occupati in Italia a dicembre sono cresciuti di 37mila unità su novembre e di 334mila unità su dicembre 2021.Lo rileva l’Istat sottolineando che il tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni sale al 60,5%, il livello più alto dal 2004, data di inizio delle serie storiche. Gli occupati complessivi nel mese erano 23.215.000, al livello più alto dopo giugno 2019.

A dicembre 2022 il tasso di disoccupazione è stimato al 7,8%, stabile rispetto a novembre e in calo di un punto percentuale su dicembre 2021.

Il punto con Michele Vaghini, segretario provinciale Cisl Piacenza

Ma non tutto è oro quel che luccica, lo spiega Michele Vaghini, segretario provinciale della Cisl: “La situazione del lavoro e dell’occupazione vive ancora una situazione di incertezza, ci sono investimenti rallentati ancora dalla pandemia prima e dalla guerra poi, con speculazioni e rialzo dei costi. Quindi commentare lo 0, in più o in meno prematuro. Piuttosto i dati INPS forniscono un dato eloquente: rispetto al 2021, nel 2022, a Piacenza, ci sono stati 10mila contratti di lavoro non attivati, con un aumento dei contratti a tempo indeterminato e un taglio netto ai contratti precari e flessibili. Dobbiamo anche pensare che in Emilia Romagna ci sono state oltre 5 mila persone ( più di 3.000 sono donne) che hanno dato le dimissioni entro i 3 anni di vita del figlio: si tratta di persone che non riescono a conciliare la vita lavorativa con quella familiare: anche questo un segnale preoccupante. Va detto comunque che non ci sono state grandi crisi sul nostro territorio”.

I dati regionali citati dal Segretario Cisl Vaghini: impennata di dimissioni dal lavoro delle donne con figli

Lo scorso dicembre l’agenzia Dire ha riportato i dati regionali del post pandemia con il ritorno alla cosiddetta normalità e il rientro al lavoro in presenza, segnalando l’impennata delle dimissioni di donne con figli.

In EmiliaRomagna nel 2021 hanno lasciato il loro impiego 3.372 lavoratrici (soprattutto per accudire la prole) e 1.774 lavoratori. Nel caso degli uomini, le dimissioni volontarie sono state quasi tutte motivate dalla possibilità di un lavoro migliore e di fare carriera. In totale in regione nel 2021 sono state 5.146 le dimissioni dal lavoro e le risoluzioni consensuali di lavoratrici madri e lavoratori padri, il 9,8% dei 52.436 casi a livello nazionale. Nel 2020 erano state 4.174.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank