Coronavirus, fare la spesa online a Piacenza non è facile – AUDIO

spesa online a Piacenza

Coronavirus, fare la spesa online a Piacenza, in questo delicatissimo periodo storico, non è facile. E’ questo quello che emerge dopo una mattinata passata al telefono cercando un supermercato o ipermercato disponibile a esaurire questa richiesta.

blank

Tutte le telefonate minuto per minuto

Al primo numero non risponde nessuno. Comprensibile vista la mole di lavoro di questi giorni di emergenza legata al virus, anche se l’indicazione alle famiglie, non sempre rispettata, è di scegliere una sola persona per destreggiarsi tra il reparto della frutta e quello della pasta.

C’è chi mi risponde di aver fermato l’uomo delle consegne, perché non più giovanissimo e in questo momento la salute viene prima di tutto. Come non sottoscrivere. Altra numero di telefono e altra risposta: “Consegnamo tutto, ma non per quanto riguarda gli alimentari“. Grazie, ma io punto sul cibo.

Non mi perdo d’animo: “No signore, è la sede che se ne occupa deve andare sul sito“. Insisto, ma la risposte sono simili: “Ci stiamo organizzando, lo faremo dopo Pasqua“.

Allora ripongo le mie speranze sul numero verde: “Alcuni punti vendita lo fanno e altri no, chiami questo numero…“. Convinto di essere sbarcato sull’isola del tesoro, schiaccio i tasti con un sorriso presto spento da un temporale a ciel sereno: “A causa dell’elevato numero di contatti, non possiamo rispondervi, ma lo faremo appena possibile, tu…tu…tu…“.

Con la grande distribuzione mi è andata male, ma non mi perdo d’animo. L’intenzione è quella di provare con i privati e le realtà della provincia piacentina. To be continued.

Fare la spesa online a Piacenza non è facile – AUDIO

Gli agriturismi della Coldiretti dispongono volontariamente la chiusura nelle prossime due settimane per aderire alla campagna #iorestoacasa. 

Stanziati 25 miliardi per l’emergenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank