Diabolik, tra cinema e fumetto: il 25 gennaio a XNL serata coi Manetti Bros, Valerio Mastandrea e Pier Giorgio Bellocchio

Per qualche ora, Piacenza diventa Clerville: mercoledì 25 gennaio alle 20.30 XNL ospita Diabolik, tra cinema e fumetto una serata-evento dedicata al secondo capitolo delle avventure cinematografiche del Re del Terrore nato dalla fantasia di Angela e Luciana Giussani: alla proiezione di Diabolik – Ginko all’attacco! seguirà infatti un incontro con il pubblico,condotto dal critico cinematografico Enrico Magrelli, al quale prenderanno parte Valerio Mastandrea – l’Ispettore Ginko della pellicola -, i registi Marco e Antonio Manetti e Pier Giorgio Bellocchio, attore e produttore del film. Ingresso libero e gratuito.

L’incontro, focalizzato sul rapporto tra cinema e fumetto e sulle sfide che registi e attori hanno dovuto affrontare per portare sulla scena l’icona pop del fumetto italiano, è organizzato da Bottega XNL, la sezione diretta da Paola Pedrazzini dedicata al cinema e al teatro del Centro per le arti contemporanee XNL della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Le riprese di Diabolik – Ginko all’attacco!, realizzate“back-to-back” con quelle del terzo capitolo ora in lavorazione, si sono svolte per la maggior parte in Emilia-Romagna, da ottobre 2021 a marzo 2022, con una meticolosa operazione di stile a livello di scenografia, location, costumi, ambienti e automobili, ricostruendo le abitudini degli anni 60 attraverso lo scouting di luoghi, palazzi, strade, ristoranti e hotel.

Diabolik, il primo capitolo della trilogia uscito nel 2021, era stato candidato a 11 David di Donatello e 8 Nastri d’argento, e ha vinto in entrambi i casi per la Migliore canzone originale, “La profondità degli abissi” di Manuel Agnelli.

In Diabolik – Ginko all’attacco! Diabolik ed Eva Kant sembrano avere un piano apparentemente perfetto. Ma non sanno che dietro questo colpo si nasconde una trappola dell’astuto ispettore Ginko, che mette a dura prova il loro legame. Tradita dal Re del Terrore, Eva decide di vendicarsi, proponendo all’ispettore di collaborare alla cattura di Diabolik. Una decisione difficile per Ginko che deve anche affrontare l’arrivo di Altea, duchessa di Vallenberg (Monica Bellucci), eterna fidanzata dell’ispettore, nobildonna stravagante e anticonvenzionale, dal carattere forte e dal grande carisma.

Paola Pedrazzini

Mi fa molto piacere – ha sottolineato Paola Pedrazzini, ideatrice e direttrice di Bottega XNL che ha organizzato l’appuntamento – che Valerio Mastandrea e Antonio e Marco Manetti, artisti che hanno spesso incrociato il percorso di Fondazione Fare Cinema in particolare a Bobbio, abbiano accolto il nostro invito a Piacenza e possano così essere protagonisti di una tappa della nuova ed entusiasmante avventura culturale e artistica di Bottega XNL”.

«Un bell’evento per la città e un passo avanti per il Centro XNL – aggiunge il presidente di Fondazione Roberto Reggi –, che con questa serata inaugura il nuovo sistema per le proiezioni cinematografiche di qualità allestito al secondo piano. Quello che era solo un auditorium diventa oggi una vera e propria sala cinematografica, che apre la strada a iniziative e progetti al servizio della settima arte».

Concepito più come un vero e proprio secondo capitolo che come un sequel – un po’ alla James Bond – Diabolik – Ginko all’attacco!, introduce sullo schermo nuovi personaggi: a vestire i neri panni del protagonista è l’attore italo americano Giacomo Gianniotti, il dottor DeLuca di Grey’s Anatomy, mentre nelle vesti della duchessa Altea, eterna fidanzata dell’Ispettore Ginko, c’è Monica Bellucci.

Informazioni

L’ingresso alla serata è gratuito e libero, fino ad esaurimento posti disponibili (apertura della sala ore 20.00).

PER INFO

www.xnlpiacenza.it

www.fondazionefarecinema.it

APPROFONDIMENTI

VALERIO MASTANDREA (Roma, 1972) è un attore e regista italiano. Dopo aver debuttato nel 1993 in teatro, approda quasi per caso alla carriera cinematografica con Ladri di cinema (1994), film diretto da Piero Natoli. Nel 1996 diventa popolare a livello nazionale per la sua interpretazione in Palermo Milano – Solo andata del regista Claudio Fragasso. Nello stesso anno per Tutti giù per terra del regista Davide Ferrario riceve la Grolla d’oro al miglior attore e il Pardo al Festival di Locarno. Ottimo riscontro di pubblico riceve, tra il 1998 e il 1999, grazie all’interpretazione di Rugantino nell’omonima commedia musicale di Garinei e Giovannini. Nel 2005 esordisce alla regia con il cortometraggio Trevirgolaottantasette, su soggetto di Daniele Vicari e sceneggiatura di Vicari e dello stesso Mastandrea, sul tema delle morti bianche. Ha recitato in numerosi film, tra i quali: In barca a vela contromano, L’odore della notte, N – Io e Napoleone, Tutta la vita davanti, Un giorno perfetto, La sedia della felicità, Romanzo di una strage, Fai bei sogni, Figli, Perfetti sconosciuti, Moschettieri del Re, Diabolik, Siccità. Nel 2015 ha prodotto Non essere cattivo di Claudio Caligari, presentato fuori concorso alla 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar. Per le sue interpretazioni è stato candidato undici volte ai David di Donatello (più una candidatura per il miglior produttore), vincendo per quattro volte il premio con La prima cosa bella, Gli equilibristi, Viva la libertà e Fiore. Fa parte del comitato scientifico della Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté.

MANETTI BROS Entrambi registi e sceneggiatori, Antonio e Marco Manetti debuttano nel 1995 alla regia del cortometraggio Consegna a domicilio, episodio del film DeGenerazione. È del 1997 il film Torino Boys, il loro primo lungometraggio, prodotto da Marco e Piergiorgio Bellocchio, presentato al Festival di Locarno e successivamente al Festival di Torino dove riceve la Menzione Speciale della Giuria. Nel 2000 esce nelle sale cinematografiche Zora la vampira (con Carlo Verdone e Micaela Ramazzotti), al quale seguono, tra gli altri, Piano 17 (con Giampaolo Morelli) Paura 3D (con Francesca Cuttica e Peppe Servillo) e L’arrivo di Wang (con Francesca Cuttica ed Ennio Fantastichini) per il quale sono selezionati alla Mostra di Venezia nella sezione competitiva Controcampo Italiano. Nel 2013 con il film Song ‘e Napule (con Alessandro Roia, Giampaolo Morelli e Serena Rossi), presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, ricevono il consenso unanime della critica e del pubblico. Del 2017 è invece il film Ammore e Malavita (con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso e Raiz) in concorso al Festival del Cinema di Venezia, vincitore di molti premi, tra cui il David di Donatello per il miglior film. Diabolik, adattamento cinematografico delle avventure del personaggio creato da Angela e Luciana Giussani, è del 2021. Impegnati anche nella regia televisiva, i due fratelli dirigono, tra le altre, la serie cult L’ispettore Coliandro. Attivi anche nella produzione destinata al web, hanno diretto oltre cento videoclip per alcuni dei volti più noti della musica italiana.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank