Emergenza alla diga di Mignano, è la maxi esercitazione dei vigili del fuoco – FOTO e VIDEO

esercitazione alla diga di Mignano
esercitazione alla diga di Mignano
Piacenza 24 WhatsApp

Alla diga di Mignano (Vernasca) è in corso una maxi esercitazione del Comando Provinciale Vigili del Fuoco Piacenza. Addestramento affiancato dal personale speleo alpino fluviale esperto e proveniente dalla tutta la regione Emilia Romagna.

La maxi esercitazione dei vigili del fuoco

L’esercitazione alla diga di Mignano è composta da 4 sessioni alle quale complessivamente prendono parte 60 persone.

Si tratta di:

  • manovre su corda per movimentazione e soccorso dal paramento (facciata della diga) di monte e valle compresa la zona degli scivoli degli scarichi di superficie in corpo diga;
  • movimentazione barelle con riprese di calata ed eventuali ancoraggi sui gradoni di valle della spalla sinistra;
  • progressione verticale ed orizzontale con soccorso pericolante sulla gru di servizio posta in coronamento;
  • utilizzo di un pozzo verticale d’accesso ai cunicoli d’ispezione posti in coronamento per simulazione soccorso in ambiente confinato con utilizzo di tripode (cavalletto treppiede);
  • simulazioni di calata ed imbarco da sponda destra di personale fluviale per addestramento con gommoni da rafting (senza motore).

Alla presentazione dell’esercitazione alla diga di Mignano, tra gli altri: l’ispettore antincendio Massimiliano Clini del Settore Speleo Alpino Fluviale del Comando Provinciale del Corpo dei Vigili del Fuoco e l’ing. del Consorzio di Bonifica di Piacenza Andrea Terret.

La diga di Mignano

La diga di Mignano, gestita dal Consorzio di Bonifica di Piacenza, è un’opera strategica per l’agricoltura, la laminazione delle piene, lo sviluppo socio economico della Val d’Arda e per l’approvvigionamento idropotabile.

La struttura è del tipo a gravità massiccia ad andamento planimetrico arcuato (arco di cerchio con raggio di 500 m) ed è alta 64 metri. L’opera risale al periodo 1926 – 1934 e l’inaugurazione si tenne il 24 maggio dello stesso anno. Da allora la diga è stata costantemente manutenuta e gestita con un’efficienza che è moderna. Il 19 febbraio 2020 a certificarne il buon funzionamento a seguito di importanti lavori di ristrutturazione, il Certificato di Collaudo a firma della Commissione di Collaudo nominata dal Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti per il controllo delle “grandi dighe”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank