Fiorenzuola-Vigor Carpaneto: derby da playoff al Pavesi

Fiorenzuola - Vigor Carpaneto

Derby da Playoff. È questa l’importanza che ricopre la sentitissima sfida provinciale tra il Fiorenzuola di mister Lucio Brando e la Vigor Carpaneto allenata da Marco Veronese.

Il Velodromo Pavesi accende le sue luci per la sfida che alle 20:30 caratterizzerà questa 32a giornata del girone D della serie D. I rossoneri occupano il quinto posto a quota 49 punti e ora come ora sono qualificati per gli spareggi, ma alle loro spalle scalpitano oltre al Crema proprio la Vigor Carpaneto del presidente Rossetti con 44 punti. A tre giornate dalla fine è ancora tutto aperto.

Le due squadre arrivano all’appuntamento con con un ruolino di marcia diametralmente opposto: i valdardesi hanno sul groppone lo stop interno contro il Lentigione e l’immeritata sconfitta contro la capolista Pergolettese, mentre i biancazzurri hanno pareggiato a Classe (1-1, tutto nel finale) prima del brillante 4-1 interno contro il Crema che li ha fatti tornare sotto alla zona calda.

Vigor a valanga sul Crema eFiorenzola KO contro la Pergolettese

I precedenti sono tutti finiti con il medesimo risultato: 1-1. Inoltre tutte e tre (le due dell’anno passato e quella del girone d’andata) le sfide hanno seguito un copione piuttosto simile con beffe e contro beffe legate agli ultimi minuti. Nella sfida d’andata i gol sono stati di Mastrototaro (80′) e Guglieri (87′).

Tra i rossoneri è Anastasia il giocatore da tenere d’occhio. L’ex Cuneo è il miglior bomber dei rossoneri con 11 reti in stagione. Mentre per la Vigor vige sempre la regola di Rantier: 17 centri per il classe 1983 e il quarto posto nella classifica dei migliori bomber del girone D.

Situazione Tattica

Nessun dubbio sui moduli di Brando e Veronese con il 4-3-3 a farla da padrone, ma diversi punti di domanda sugli interpreti da schierare. Da un lato c’è l’assenza di Rossini, il jolly tuttofare difensivo, e un impiego part-time di Stefano Mauri con la promozione a titolare di Federico Abelli nel ruolo di playmaker. La squadra del presidente Pinalli invece, che come sempre è infarcita di giovani, ha più di un dubbio a centrocampo grazie soprattutto all’ottimo momento di Tunesi (in gol nell’ultima) e per la posizione di laterale sinistro con il rientrante Guglieri che se la gioca con Varoli.