Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre sul Pubblico Passeggio il punto informativo di Alzheimer Piacenza

Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre sul Pubblico Passeggio

La Giornata Mondiale Alzheimer, istituita nel 1994 dalla Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Alzheimer’s Disease International, si svolge il 21 settembre di ogni anno. Quest’anno ricorre la XXVII Giornata Mondiale Alzheimer.

Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre sul Pubblico Passeggio il punto informativo di Alzheimer Piacenza

Radio Sound blank blank blank blank

L’ASSOCIAZIONE ALZHEIMER PIACENZA, affiliata alla Federazione Alzheimer Italia, dà appuntamento in città e per tutto il giorno del 21 Settembre, sul Pubblico Passeggio, vicino al liceo Respighi, con un proprio punto informativo dalle ore 07.00 alle ore 19.00.

Dalle ore 09.00 alle ore 12.00 sarà presente la dott.ssa Antonina Gorizia, del Centro Disturbi Cognitivi e Demenze dell’AUSL di Piacenza, che informerà sull’attività della struttura stessa e sul percorso riorganizzato di accesso alla prima visita.

L’epidemia di COVID-19 ha messo in luce la mancanza di preparazione dei sistemi sanitari a livello globale nel fornire servizi di assistenza e supporto alle persone con demenza. Nonostante le limitazioni e le restrizioni è essenziale che le persone anziane, specialmente le persone con demenza, non siano lasciate sole e possano avere sempre accesso alla necessaria assistenza. Durante la pandemia di COVID-19, è indispensabile che le persone continuino a parlare di demenza.

Statistiche 

Ci sono oltre 50 milioni di persone in tutto il mondo che vivono con la demenza. Poiché le popolazioni continuano ad invecchiare, l’incidenza della demenza dovrebbe aumentare a 152 milioni di persone entro il 2050. Si stima che in Italia siano 1.241.000 le persone con una forma di demenza. Ogni 3 secondi qualcuno nel mondo sviluppa la demenza. La demenza è la settima causa di morte in tutto il mondo. Nel 2018 la demenza è diventata una malattia da mille miliardi di dollari e tale cifra è destinata a raddoppiare entro il 2030 .

1 persona su 4 pensa che non si possa fare nulla per ridurre il rischio di demenza e quasi l’80% del grande pubblico è preoccupato di potersi ammalare. Quasi il 62% degli operatori sanitari in tutto il mondo pensa che la demenza faccia parte del normale invecchiamento.

Il 35% dei caregiver in tutto il mondo ha dichiarato di aver nascosto la diagnosi di demenza di un membro della propria famiglia. Oltre il 50% dei caregiver in tutto il mondo afferma che la loro salute ha sofferto a causa delle responsabilità di cura pur esprimendo sentimenti positivi sul ruolo ricoperto.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank