Dal Comune 60 mila euro a sostegno della guide turistiche: “Uno strumento in più per rendere attrattivo il nostro territorio”

Ripartenza, Papamarenghi

Sessantamila euro per rilanciare le attività di promozione turistica e culturale del territorio. E’ quanto è stato stanziato attraverso una determina della responsabile dei Servizi culturali, museali e turistici del Comune, Antonella Gigli, per l’assegnazione di un servizio che verrà effettuato nel post Covid, dalle guide turistiche destinatarie del finanziamento. Si tratta di un pacchetto minimo di dieci visite guidate, gratuite per i partecipanti – indipendentemente dal loro numero – e di durata compresa tra una e due ore ciascuna, al costo di 100 euro per ogni tour, a carico dell’Amministrazione.

blank

Afferma in proposito l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi: “Il settore del turismo è, come noto, il più colpito da una pandemia che anzitutto è intervenuta pesantemente sulla mobilità delle persone. Ai sostegni che il Comune ha già messo a disposizione, tra i quali quelli per gli albergatori, l’assessorato al Turismo, ha inteso ora aggiungere interventi che siano sì di sostegno ma anche di rilancio economico non appena questo periodo allargherà le maglie delle restrizioni”. Aggiunge: “I sessantamila euro destinati alle guide turistiche, sono pertanto un sostegno economico e un aiuto per quelle guide che hanno subito e subiranno ancora a lungo, un azzeramento del lavoro in tutti questi lunghi mesi, ma sono anche uno strumento in più per rendere attrattivo il nostro territorio, la nostra città, non appena potremo ricevere sul territorio nuovi visitatori. Come sappiamo ogni turista in più è un’occasione in più di maggiori introiti per tutto l’ampio indotto del settore, pertanto nostro obiettivo sarà quello di puntare al rilancio anche attraverso tantissime visite guidate attraverso le eccellenze della città che rendano ancor più attrattivo ed interessante il nostro territorio. Visite tra i palazzi storici, visite ai monumenti a cielo aperto, scoperta delle attività storiche della città e dei prodotti tipici piacentini, coordinamento tra musei ed attività teatrali, sono solo alcune delle tante iniziative che permetteranno di attirare, coccolare e trattenere in città il turista e far sì che numerosi siano gli arrivi in città ed i potenziali affari per l’ampio indotto coinvolto”.

Prosegue Papamarenghi: “Intendiamo rilanciare pertanto la promozione turistica e sostenere l’attività delle guide turistiche che risiedono a Piacenza. Intendo ringraziare in modo particolare per la celerità con la quale è stato adottato il provvedimento sia la responsabile Antonella Gigli ma anche tutte le sue preziose collaboratrici che in tempi brevi hanno portato avanti avvisi pubblici, regolamenti e bandi finalizzati, sostenendo in tal modo il Settore turismo e anticipando in tal senso diverse altre realtà urbane”.

Le persone che vorranno presentare la propria candidatura potranno consultare a partire da domani il sito www.comune.piacenza.it, dove sarà scaricabile il modulo da compilare e presentare entro e non oltre le ore 12 del 29 dicembre prossimo, tramite Pec, all’indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it. Ogni candidato potrà trasmettere un’unica istanza. Tra i requisiti fondamentali, essere in possesso di tesserino o titolo di abilitazione alla professione di guida turistica – esercitata almeno dal 1° gennaio 2019 – in corso di validità e non essere titolari di pensione, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità, oltre agli adempimenti di legge riguardanti la normativa antimafia e l’assenza di condanne per reati ai danni dello Stato.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank