La Canottieri Ongina cede la qualificazione a Bologna (3-1) ma aspetta il ripescaggio

canottieri ongina

Nella sfida di ritorno rimonta a metà per la squadra di Mauro Bartolomeo, che attende dalla Fipav il pass per la quarta e ultima fase (all’orizzonte Garlasco) verso l’A3

blank

Una corrente accesa tardi e nel complesso troppo a intermittenza, vanificando l’ennesima reazione mostrata da parte di una squadra che ha provato a lottare, ma ha dovuto alzare bandiera bianca contro un avversario questa volta più solido e continuo. Non riesce l’ennesima impresa alla Canottieri Ongina, ko ieri (sabato) sera a Bologna nel match di ritorno della terza fase play off di serie B maschile. Dopo aver vinto l’andata al tie break, la squadra di Mauro Bartolomeo ha ceduto 3-1 ai padroni di casa targati Geetit, che hanno dunque guadagnato l’accesso alla quarta e ultima fase con vista sulla serie A.

Possibilità rispecaggio

Per la Canottieri Ongina, comunque, nulla è ancora perduto. La società giallonera sta attendendo in queste ore dalla Fipav l’ufficializzazione del ripescaggio per il posto disponibile nel ramo A (gironi A, B, C, D ed E, stessa cosa nei restanti raggruppamenti) per portare a dodici squadre complessive in Italia il quadro che poi delineerà le sei promozioni. A premiare i piacentini sarebbe il primo criterio previsto, ossia il numero di gare vinte nella terza fase, con la Canottieri Ongina che nel ramo A è l’unica formazione tra quelle estromesse ad aver vinto un match (in questo caso l’andata). Così, De Biasi e compagni andrebbero ad aggiungersi alle cinque vincenti (Garlasco, Belluno, Savigliano, Trento e Bologna) in una nuova classifica avulsa che rispecchia i criteri del ripescaggio.

Numero di gare vinte, quoziente set e punti nella terza fase e in un’ultima analisi miglior posizionamento nella classifica avulsa di regular season. La Canottieri Ongina sarebbe all’ultima posizione (sesta) e sfiderebbe dunque la miglior classificata, che risponderebbe al nome di Garlasco, che ha lo stesso numero di vittorie e stesso quoziente set ma un quoziente punti migliore rispetto a Belluno. Sempre seguendo il regolamento, il primo atto di questo duello finale andrebbe in programma sabato a Monticelli, con il ritorno in terra pavese nel week end successivo.  Tutto questo, comunque, verrà messo nero su bianco a breve dalla Federazione per l’ufficializzazione.

Commento sul match

Tornando al match di Bologna, la Canottieri Ongina è andata sotto 2-0 come all’andata, ha nuovamente reagito vincendo il terzo set, ma questa volta è crollata nella quarta frazione (20-12 e 24-17), salvo poi mettere in mostra una “pazza” rimonta fino al 24-22 prima di alzare definitivamente bandiera bianca. Nel complesso, il rammarico di aver messo in campo per poco tempo la pallavolo che ha nelle corde, cosa che invece ha saputo far meglio la Geetit meritando il passaggio del turno.

GEETIT BOLOGNA-CANOTTIERI ONGINA 3-1

(25-19, 25-19, 22-25, 25-22)

GEETIT BOLOGNA: Marcoionni 11, Spagnol 25, Maretti 14, Spiga 9, Govoni, Del Campo 12, Poli (L). N.e.: Soglia, Trigari, Sabbioni, Ghezzi (L), Brizzi, Castelli, Martini. All.: Asta

CANOTTIERI ONGINA: Miranda 22, Amorico 7, De Biasi 7, Scrollavezza 2, Caci 13, Fall 4, Cereda (L), Kolev, Bartoli 1, Msatfi, Perodi. Ne.: Paratici (L), Ousse. All.: Bartolomeo

ARBITRI: Salvini e Magnino

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank