L’ora di Cinema, studenti a XNL tra proiezioni e laboratori – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

È stata presentata oggi, nel corso di una partecipata conferenza stampa al secondo piano di XNL, la sezione progettuale rivolta alle scuole secondarie de“L’Ora di Cinema”, il progetto che Fondazione Fare Cinema realizza nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da MiC e MiM e beneficiario del contributo a valere sul Bando Ministeriale “Il cinema e l’Audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”.

“L’Ora di Cinema si rivolge all’universo della scuola, coniugando istanze didattiche, formative, artistiche e culturali attraverso un’offerta articolata che comprende festival e percorsi laboratoriali progettati per stimolare e strutturare conoscenze e sensibilità in materia di audiovisivo e coinvolge le scuole di ogni ordine e grado (comprese infanzia e primaria, il cui programma verrà presentato nelle prossime settimane)” – ha spiegato Paola Pedrazzini, Direttrice di Fondazione Fare Cinema e di Bottega XNL- specificando che per le scuole secondarie la formula del festival si articolerà in XNL (dal 17 al 21 aprile)con proiezione di film e incontri con i grandi autori (senza dimenticare, nella lettura di testi filmici modulari, la riflessione e l’approfondimento su tematiche fondanti (la dimensione del “sacro”, l’identità, il concetto di giustizia…), mentre i percorsi laboratoriali sono stati co-progettati con le scuole e si sono svolti nei singoli istituti scolastici del territorio.

Un importante riconoscimento ministeriale

Con questo progetto, per il quale Fondazione Fare Cinema ha ottenuto un importante riconoscimento ministeriale, anche la sezione di Cinema e Teatro di XNL, la “Bottega XNL”, si apre alla città e alle scuole del territorio con percorsi formativi e con un festival che porterà qui in XNL in una settimana un migliaio di studenti delle scuole superiori”, ha commentato Mario Magnelli, Vicepresidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, l’ente che ha dato vita al Centro dedicato alle arti contemporanee XNL.

Ecco quindi spiegato l’ampio respiro del progetto L’Ora di Cinema. Da un lato, un vero e proprio festival del cinema, in programma dal 17 al 21 aprile: cinque appuntamenti, cinque mattine in cui gli studenti delle scuole secondarie di Piacenza avranno l’eccezionale opportunità di assistere alla proiezione di alcuni film d’autore che hanno segnato la recentissima storia del cinema italiano e, soprattutto, prendere parte agli esclusivi incontri-dibattiti post proiezione con registi ed esperti del settore, in dialogo con loro.

Il programma

Il programma si apre lunedì 17 aprile con la proiezione di Ariaferma di Leonardo Di Costanzo, film rivelazione della Mostra del Cinema di Venezia nel 2021, con Toni Servillo e Silvio Orlando. Al termine della pellicola seguirà l’incontro con Leonardo Di Costanzo moderato dalla critica cinematografica Paola Piacenza, sul tema “Cinema e carcere”.

Martedì 18 aprile i ragazzi si confronteranno con L’ombra del giorno, ultimo film di Giuseppe Piccioni con Riccardo Scamarcio e Benedetta Porcaroli, una storia d’amore sullo sfondo delle leggi razziali e del secondo conflitto mondiale: al termine della proiezione, Piccioni discuterà con Enrico Magrelli di Cinema e guerra”. Mercoledì 19 aprile è invece il momento di Giorgio Diritti e del suo Volevo nascondermi, la storia tormentata ed emozionante del pittore naif Antonio Ligabue, interpretato da Elio Germano; a moderare l’esclusivo incontro sul tema “Cinema e identità con Giorgio Diritti sarà ancora una volta Enrico Magrelli. “Cinema e sacro” è invece il tema dell’appuntamento di giovedì 20 aprile con la proiezione di Chiara, il film scritto e diretto daSusanna Nicchiarelli sulla Santa d’Assisi.

A guidare l’incontro un interlocutore d’eccellenza, Mons. Dario Viganò – critico cinematografico e teorico della comunicazione, per anni Presidente della Commissione Nazionale Valutazione Film della CEI e autore di numerosi studi dedicati all’analisi del rapporto tra i media e il mondo cattolico. Venerdì 21 aprile chiude la programmazione de L’Ora di Cinema Esterno notte (i primi due episodi), il capolavoro di Marco Bellocchio su uno dei fatti di cronaca che hanno segnato il Novecento italiano, il sequestro Moro. A dialogare con gli studenti e Bellocchio al termine della proiezione sarà Paola Piacenza.

I laboratori con gli studenti

Dall’altro lato, i percorsi laboratoriali (realizzati negli ultimi mesi nelle scuole partner e co-progettati con i docenti di riferimento prof. Luisa Scuri, Aldo Acerbi, Antonio Romano, Riccardo Dapelo): al Liceo Gioia il critico cinematografico Anton Giulio Mancino ha curato focus laboratoriali dedicati al cinema di Stanley Kubrick (sia sulla specificità della grammatica del grande Maestro del cinema, sia sui legami del suo cinema con le altre arti).

Al Liceo Respighi, Mancino e il docente del DAMS di Bologna e giornalista Piero Di Domenico hanno discusso di tecnica, grammatica e sintassi del linguaggio cinematografico, proponendo agli studenti un’idea di cinema culturale e tecnica che guardi al mondo, lo interpelli in chiave intellettuale e non ne riproduca meccanicamente le opzioni offerte dai dispositivi.

Gli studenti del Tramello-Cassinari, indirizzo audiovisivo e multimediale, hanno dialogato con Pietro Di Domenico e la giornalista e critica cinematografica Paola Casella sui maestri del cinema italiano contemporaneo, analizzando le opere della filmografia di alcuni autori contemporanei come Mario Martone, Susanna Nicchiarelli, Matteo Garrone e Luca Guadagnino, costruendo connessioni tra la visione del mondo in esse espresse e la complementare visione del cinema. Infine, gli studenti del Conservatorio Nicolini (ente partner del progetto) hanno preso parte a una masterclass con Roberto Calabretto, docente dell’Università degli Studi di Udine, musicologo, tra i maggiori esperti contemporanei di musica per film, sul tema della composizione di musica per immagini.

Gli enti e istituti piacentini partner di questa sezione del progetto sono le Scuole Medie “Faustini-Frank-Nicolini” e “Italo Calvino”, l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Enrico Mattei”, l’Istituto “Tramello-Cassinari”, il Liceo Classico, Linguistico e Scientifico “Melchiorre Gioia”, il Liceo Scientifico “Lorenzo Respighi” e il Conservatorio di Musica “Giuseppe Nicolini”.

Il coinvolgimento delle scuole

Presenti alla conferenza stampa i dirigenti scolastici delle principali scuole hanno espresso unanime entusiasmo per il progetto: “Il successo dell’iniziativa è il fatto che è stata co-progettata dal momento zero, prima ancora di presentare il bando per scrivere assieme il progetto. Il punto forte è il livello dei film proposti, che parlano ai ragazzi, strumento per permettere ai ragazzi di leggere la realità estremamente complessa che li circonda: un’opportunità imperdibile” – ha commentato Cristina Capra, dirigente scolastico del Liceo Gioia.

“Particolarmente felice la scelta del titolo “L’ora di cinema”: speriamo infatti che arrivi il momento in cui il linguaggio cinematografico sarà parte strutturale del curriculum di tutti gli studenti – ha detto Elisabetta Ghiretti, dirigente del Liceo Respighi – che ha elogiato le scelte di film e incontri “coraggiose anche nell’affrontare tematiche complesse, non banali, che possono essere un aiuto per i ragazzi e gli insegnanti”.

Sabrina Mantini, dirigente del Tramello-Cassinari ha espresso soddisfazione per “la grande opportunità” sottolineando: “abbiamo aderito immediatamente in virtù della presenza dell’indirizzo audiovisivo-multimediale del nostro istituto, apprezzando in particolare la qualità dei laboratori che ha contribuito a rendere l’iniziativa unica. Speriamo possa ripetersi in futuro”.

Entuasiasta Riccardo Dapelo, referente di progetto per il Conservatorio “Nicolini”, che ha ricordato il successo del laboratorio con Roberto Calabretto e dell’incontro con Pino Donaggio e che si è augurato di “poter proseguire con questa virtuosa collaborazione.”

Anche Franco Valuto, referente della Italo Calvino ha commentato: “Aderiamo con piacere a questa innovativa progettualità, connessa in modo virtuoso all’attività sul cinema della scuola”.

Tutte le attività (Festival in XNL e percorsi laboratoriali nelle scuole), grazie al contributo ministeriale, sono a carattere gratuito per studenti e scuole.

www.fondazionefarecinema.it

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank