Il progetto di Marco Bellocchio, un film per raccontare il mistero del Klimt scomparso

Oggi su Repubblica, Marco Bellocchio anticipa il desiderio di produrre un film sulla Signora di Klimt che ha messo Piacenza e la sua Ricci Oddi sotto i riflettori del mondo. Anche questo è #Piacenzanonsiferma: grazie a #JonathanPapamarenghi per l’hastag e per l’entusiasmo! Come #FondazioneFareCinema (passata l’emergenza Coronavirus) siamo pronti a sostenere il futuro progetto e le istituzioni del territorio.

blank

E’ il messaggio postato su Facebook da Paola Pedrazzini, a nome della fondazione Fare Cinema. In effetti il celebre regista piacentino ha annunciato su Repubblica l’intenzione di scrivere un film dedicato al dipinto avvolto dal mistero, ritrovato a Piacenza, alla Galleria Ricci Oddi, il 10 dicembre scorso. Un progetto al quale dovrebbero partecipare anche i Manetti Bros, come scrive Repubblica.

“L’amicizia tra Marco Bellocchio e i Manetti Bros (i fratelli autori di Ammore e malavita e dell’atteso Diabolik ) si fa sodalizio artistico per portare al cinema l’incredibile vicenda del Klimt scomparso dalla Galleria Ricci Oddi di Piacenza nel ‘97 e ritrovato lo scorso 10 dicembre in un anfratto all’esterno del museo. L’aria che si respira è di famiglia, non solo artistica. Sorride Bellocchio padre: «Tutto nasce da Piacenza, non penso che sia sfortunata ma vassalla rispetto a Parma, che si è sempre presa tutto”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank