Il Mercato Europeo 2023: Un Weekend di Gusti e Tradizioni a Piacenza – FOTO AUDIO VIDEO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

L’attesa è finalmente terminata! L’inaugurazione ufficiale del Mercato Europeo 2023 a Piacenza è avvenuta puntualmente alle 11:30 con il tradizionale taglio del nastro. L’evento è stato reso ancor più speciale dalla presenza di illustri ospiti, che hanno reso omaggio a questa celebrazione culinaria e culturale unica nel suo genere.

Un Elogio alla Collaborazione e all’Entusiasmo

Tra i partecipanti, abbiamo potuto contare su personalità di spicco che hanno dimostrato un sincero interesse per il Mercato Europeo:

  • Ermanno Bonomi, Presidente di Confcommercio di Aosta, ha portato il saluto e l’apprezzamento delle imprese commerciali di Aosta, rafforzando i legami tra le diverse regioni attraverso il commercio e la cultura.
  • Adriano Anselmi, Presidente FIVA prov Piacenza, è stato il padrone di casa di questa edizione speciale del Mercato Europeo e ha condiviso la gioia di celebrare il 18° anniversario dell’evento.
  • Giancarlo Tagliaferri, Consigliere Regionale, ha evidenziato l’importanza di manifestazioni come questa per promuovere l’interazione tra le diverse comunità regionali.
  • Raffaele Chiappa, Presidente dell’Unione Commercianti Piacenza, ha sottolineato il contributo significativo che il commercio locale ha dato a questo evento straordinario.
  • La Dott.ssa Daniela Lupo, Prefetto di Piacenza, e il Dott. Ivo Morelli, Questore di Piacenza, hanno garantito la sicurezza e l’ordine durante l’evento, contribuendo a creare un’atmosfera piacevole per tutti i partecipanti.
  • Il Colonnello Pierantonio Brega, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Piacenza, e il Corrado Loero, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Piacenza, hanno fornito un ulteriore livello di sicurezza e protezione per l’evento.
  • Il Vice Comandante Addabbo e il Capo Magniani del Corpo di Polizia Municipale di Piacenza hanno assicurato la gestione del traffico e la regolamentazione dell’accesso all’area del Mercato Europeo.
  • Filippo Cella, Vice Presidente e Vicario della Camera di Commercio dell’Emilia, ha sottolineato il ruolo cruciale del commercio nella promozione dell’economia locale.
  • Simone Fornasari, Assessore alla Valorizzazione Commerciale e al Marketing del Comune di Piacenza, ha enfatizzato il valore di eventi come il Mercato Europeo nel promuovere la città come destinazione di riferimento per il turismo e il commercio.
blank

Un Inizio Promettente per il Mercato Europeo 2023

Con il taglio del nastro e la partecipazione di queste personalità di spicco, il Mercato Europeo 2023 a Piacenza ha ufficialmente preso il via. L’entusiasmo e l’energia che permeano questo evento sono palpabili, e siamo ansiosi di esplorare i gusti, i sapori e le tradizioni provenienti da tutto il mondo nei prossimi giorni. Il Mercato Europeo a Piacenza è un vero e proprio punto di incontro di culture, un’opportunità per condividere e celebrare le diversità che rendono il nostro mondo così affascinante. Non perdete l’occasione di vivere questa esperienza straordinaria!

Il Ritorno del Mercato Europeo a Piacenza: Gusti e Tradizioni dal Mondo

Il Mercato Europeo 2023 è finalmente giunto a Piacenza, facendo vibrare di eccitazione la città sulle rive del Facsal. Questo evento, atteso con trepidazione, è un appuntamento clou per gli amanti della cultura culinaria e delle tradizioni provenienti da tutto il mondo. La sua 18° edizione, inaugurata ufficialmente questa mattina presso il Comune, promette di essere un’esperienza unica che si svolgerà dal 15 al 17 settembre 2023. Mercato Europeo 2023 Piacenza sul Facsal dal 15 al 17 settembre.

I mille colori del Mercato Europeo, l’edizione più ricca di sempre: espositori da trenta paesi diversi e tante novità

Torna una delle manifestazioni più attese e amate dai piacentini, il Mercato Europeo. L’edizione della maturità, la 18esima, non a caso quest’anno avrà anche un incremento degli espositori. Sono previsti tre giorni all’insegna di gusti, sapori e tradizioni provenienti da più di 30 paesi diversi con tantissime curiosità.

Un Salto di Qualità con un Aumento degli Espositori

Quest’anno, il Mercato Europeo si presenta con una novità eccezionale: un significativo aumento degli espositori che renderà l’evento ancora più ricco e vario. A partire dal venerdì 15 settembre, Piacenza si trasformerà in un melting pot di culture, gusti e tradizioni provenienti da oltre 30 paesi diversi.

Il Presidente FIVA, Adriano Anselmi, condivide la gioia di questa edizione speciale: “Siamo particolarmente felici quest’anno perché celebriamo la nostra 18° edizione, diventando finalmente maggiorenni. Inoltre, ci godiamo un’edizione senza restrizioni dovute alla pandemia, che ha condizionato le nostre scorse edizioni. Quest’anno, avremo circa 145 espositori, garantendo una vasta gamma di curiosità culinarie, dai sapori esotici alle prelibatezze locali. Il Mercato Europeo sarà un’occasione per scoprire cose insolite e curiose”.

Un’Esperienza Multisensoriale

Il Mercato Europeo 2023 offrirà ai visitatori un’esperienza multisensoriale unica nel suo genere. Oltre agli stand di cibo proveniente da tutto il mondo, ci saranno diverse attrazioni, tra cui street food, ristoranti, bevande, artigianato e prodotti per la casa e il benessere.

In Diretta su Radio Sound: L’Inaugurazione Ufficiale

Per coloro che non possono attendere di immergersi nell’atmosfera del Mercato Europeo, l’inaugurazione ufficiale sarà trasmessa in diretta su Radio Sound (FM 95.0 – 94.6, in DAB+ e in streaming) venerdì mattina. Un’occasione speciale per cogliere l’entusiasmo e l’energia che pervadono questo evento straordinario.

Un Appuntamento da Non Perdere

Il Mercato Europeo è aperto a tutti, con ingresso libero, nei giorni dell’evento, dalle ore 9.00 alle ore 23.00. Quindi, segnatevi le date sul calendario, preparatevi a gustare prelibatezze provenienti da tutto il mondo e a immergervi nelle tradizioni di oltre 30 paesi. Il Mercato Europeo 2023 a Piacenza sarà un viaggio culinario e culturale che non potete permettervi di perdere!

Audio e interviste

Presentissimi e operativi”, commenta con entusiasmo Gloriana Tironi, presidente dei Mercanti di Qualità. “Sono tante le novità, si tratta di una edizione molto più ricca rispetto agli anni passati perché c’è ormai una sorta di normalità. Siamo pronti, ricominciamo il mercato”.

I Mercanti di Qualità sono presenti con una quindicina di banchi in via Alberici, e altri sette banchi sul Pubblico Passeggio: fiori, piante, abbigliamento, articoli per la casa, pelletteria, libri, articoli artigianali, alimentari. Grazie a loro si può trovare davvero di tutto, unico elemento che accomuna gli stand dell’associazione è, appunto, la qualità, come recita il nome stesso.

Un’edizione all’insegna della cultura, in un certo senso, se si considera la presenza di un vasto banco dedicato ai libri allestito da una casa editrice di Milano: “Classici, manualistica, primissima infanzia, infanzia, abbiamo davvero di tutto”, commenta la titolare, Katia. “I libri per bambini sono tutte novità che provengono dalla nostra casa editrice, li pubblichiamo noi stessi. Per quanto riguarda l’infanzia abbiamo davvero di tutto: dai cartonati ai pop-up, davvero un’ampia scelta. Senza contare comunque i grandi classici italiani e non solo: tutti i libri stampati da noi vengono proposti a prezzi molto contenuti, una nostra scelta per rendere i libri il più accessibili possibile”.

Buenos días a todos!” è invece il saluto ai piacentini di Carlos, titolare di un gustosissimo stand di specialità alimentari messicane: tacos, burritos, nachos, con ripieno di carne, fagioli, formaggio e una salsa tipica. E il piccante solo su richiesta: quindi se si amano le emozioni forti, basta chiedere a Carlos.

Al Mercato Europeo arriva merce davvero da tutto il mondo. Un altro esempio è il banco di Melany, che importa dall’Ecuador capi d’abbigliamento rigorosamente artigianali: “Parliamo di prodotti fatti a mano da famiglie, non in fabbrica, sono prodotti davvero unici, confezionati in lana di alpaca e pecora, le tinte sono realizzate con colori naturali”.

Non solo Europa dunque. Allo stand di Khaled, dall’Egitto, è possibile compiere un vero viaggio tra profumi e gli aromi. “Essenze personalizzate, perché ogni persona, a ogni età, ha un profumo soggettivo, personale”, spiega Khaled, un vero conoscitore della propria cultura. Approcciandosi al suo banco, poi, anche visivamente ci si trova davvero lungo le rive del Nilo. Portafortuna, piramidi dagli effetti benefici, divinità, argento: insomma tradizioni declinate in oggetti di grande qualità. “Le piramidi, gli scarabei, gli scorpioni, sono oggetti molto energetici, in grado di emanare influssi positivi: oggetti che dobbiamo lasciare in camera da letto per togliere l’energia negativa. Ogni oggetto, poi, è fatto a mano”.

Antonio è invece il titolare dello stand “Un amore di Pistacchio” che già la dice lunga su quello che si può trovare. “Ho selezionato alcune aziende che producono pistacchio e tutti i derivati, dalle torte ai liquori, dai dolci ai condimenti. Tra questi abbiamo la Torta Pistacchiosa che nasce proprio a Bronte. Senza contare poi la pasta al pistacchio, sempre proveniente da un pastificio di Bronte. Infine poi il caffè espresso con la crema di pistacchio, che ha un gusto molto diverso dal caffè classico”.

“Le delizie dell’alveare” è uno stand che arriva dalla Val Camonica e che appunto propone prodotti provenienti dalle api. “Abbiamo portato polline, aceto di miele, miele di tutti i tipi. Sono vent’anni che partecipiamo ai mercati piacentini e siamo molto contenti ogni volta che arriviamo nella vostra città, abbiamo clienti splendidi”, spiega Maria, che gestisce lo stand insieme al marito. Protagonista dello stand è la Bomba Antinfluenzale: “Un miele che prepariamo fresco ogni settimana e che viene rinforzato con pappa reale, polline, propoli e un grammo di ginseng”. Ma dalle api nascono prodotti ottimi anche per la cura del corpo.

Un assaggio della “Firenze com’era” grazie allo stand di Marco. “Firenze è ancora oggi molto appetitosa, noi portiamo in giro le specialità del nostro territorio. Il panino col lampredotto, la trippa alla fiorentina, il caciucco di trippa, la ribollita. E’ una decina di anni che veniamo al Mercato Europeo di Piacenza, riscontriamo un bel successo a Piacenza e il lampredotto è senza dubbio il prodotto più richiesto”.

Dalle specialità toscane alla carne argentina, con lo stand di Dario. Il titolare parla spagnolo ma quando si sentono parole come Angus ed empanadas si può comprendere immediatamente la portata delle prelibatezze a disposizione dei visitatori.

E sempre in tema di tradizioni enogastronomiche non si può non visitare la Bodeguita de Cuba per assaporare rum, mojito, banane fritte e specialità tipiche dell’isola. “Dal classico mojito a rivisitazioni con sapori esotici. Con la nostra fantasia riusciamo a creare bevande per ogni gusto ed esigenza. Senza contare panini, fritti, nachos e chi più ne ha più ne metta”, spiega il titolare Francesco.

Abbiamo visto come il Mercato Europeo non sia solo europeo. Altro esempio è lo stand di Amal che produce oli vegetali spremuti al momento. “Utilizzo questo estrattore che separa la parte solida dalla parte oleosa. Mi sono concentrata in particolare su mandorle, argan e Jojoba. L’Argan è una pianta spontanea che cresce solo in Marocco, e viene raccolta a mano ancora oggi”.

Tornano in Europa ecco lo stand di Pamela, dall’Austria, con i prodotti autentici del suo paese. “Pane nero, con o senza semi, canederli, würstel non solo di maiale ma anche vitello o cervo, senape, crauti, speck: tutti prodotti tradizionali del nostro paese. Non solo prodotti originali ma anche metodi originali per gustare queste specialità”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank