Modena – Piacenza , il punto sugli avversari dei biancorossi con Federico Sabattini – AUDIO

modena - piacenza, piacenza calcio, modena calcio

Il giornalista di Parlandodisport.it ci presenta il Modena calcio, prossimo avversario del Piacenza calcio.
Modena – Piacenza, alle 15:00 di domenica, è in diretta su RADIO SOUND

blank

Radio Sound blank blank blank

Finalmente si torna in campo. Per il Piacenza calcio, e per tutto il campionato di serie C, è ora di tuffarsi nel girone di ritorno dopo la pausa che ha permesso qualche momento di riflessione e di bilancio.

Sicuramente, per i biancorossi di Franzini è stato un girone d’andata più che buono, con ottimi risultati ottenuti contro le prime della classe e qualche punticino lasciato per strada contro “le piccole”. Il sesto posto (a -4 dal Padova terzo), tutto sommato, riassume bene le prime 19 partite del Piacenza che, con un Polidori in più, proverà a scalare sia le marce che le posizioni in classifica.

Alla ripresa delle operazioni, però, ad attendere la truppa di Franz ci sarà un Modena rinnovato. I canarini, che hanno ritrovato la categoria dopo il fallimento, viaggiano all’ottavo posto con soli 5 punti in meno dei biancorossi. Quello del “Braglia” sarà un derby da playoff, considerando che entrambe le squadre sono pienamente dentro la griglia per la post-season.

Nel fortino casalingo, che fa sempre registrare numeri da capogiro per la categoria (sempre sopra i 6000 spettatori), i modenesi hanno conquistato 18 dei loro 29 punti, con 5 vittorie, 3 pari e sole due sconfitte. A cavallo tra la gestione Zironelli e Mignani, il “Braglia” recita sempre un ruolo fondamentale nel campionato dei modenesi.

Se facciamo salvo il derby perso con la Reggiana il 27 di ottobre (0-1, gol di Scappini), i “gialli” non perdono in casa dal 9 settembre: oltre 4 mesi fa.

La presentazione del Modena calcio nelle parole di Federico Sabattini, giornalista per Parlandodisport.it

Un giudizio sulla prima parte di campionato del Modena

“Nel girone d’andata, il Modena non si è fatto mancare niente. Inizialmente, c’è stato il ritorno tra i professionisti dopo la radiazione, il fallimento e l’annata in serie D (nel girone con Vigor Carpaneto e Fiorenzuola, ndr). Nella piazza, fin da subito, si è sparso grande entusiasmo e voglia di conoscere nuovamente la categoria anche se, ci sono stati tanti problemi.
Il primo è stato l’esonero di Mauro Zironelli che nonostante discreti risultati aveva creato tanto malcontento e delusione tra i tifosi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sconfitta con il Cesena, una partita molto cara al popolo gialloblù. Al suo posto è arrivato Michele Mignani, ed il Modena ha ritrovato entusiasmo ed equilibrio con 3 vittorie consecutive”.

Da Zironelli a Mignani: quali sono le differenze?

“Mickael Varutti, dopo Modena – Ravenna, ha detto ciò: « Mignani ha portato pochi concetti, ma chiari». Questo dimostra come Zironelli si fosse intestardito su alcuni concetti che, evidentemente, a Modena non si potevano portare. Mentre Mignani, a detta degli stessi giocatori, ha portato equilibrio e serenità. Un cambiamento psicologico importante. Non a caso, nelle ultime 3 uscite, i canarini hanno fatto vedere qualcosa in più. La crescita è soprattutto difensiva con un solo gol subito negli ultimi 270 minuti”.

Gli obiettivi per questo 2019/20?

“Una stagione tranquilla, come si sta verificando. L’asticella però, grazie ad un buon rendimento, si è alzata con il Modena che vuole raggiungere i playoff e magari giocarseli fino in fondo. L’obiettivo principale è quello di puntare in alto, soprattutto negli anni successivi”.

Il giocatore più pericoloso per la difesa del Piacenza?

“Un paio di giorni fa avrei detto Sodinha ma, purtroppo, l’ex Brescia non sarà della partita per un infortunio. I nomi più importanti sono quelli di Gagno (portiere, ndr), della coppia difensiva Varo-Ingegneri e di Mattioli, che è in splendida forma. Salvatore Pezzella sta spiccando nel rendimento insieme a Mario Rabiu, già al Modena l’anno scorso. Attenzione anche a Spagnoli, che segna poco ma lavora tanto per la squadra”.

Il punto sul mercato gialloblù

“Duca e Ferrario sono i nomi caldi in uscita. Il primo verso l’Arzignano in prestito secco, mentre per il bomber la situazione è cambiata. Causa infortuni nel reparto offensivo, il numero 9 potrebbe essere titolare domenica proprio nel derby con il Piacenza.
In entrata: Maxime Giron e Nunzella sono i nomi più gettonati per il settore di sinistra”.

L’intervista completa a Federico Sabattini in vista di Modena – Piacenza calcio

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank