Omicidio di Caorso, in carcere il 63enne accusato dell’aggressione

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

Si trova al carcere delle Novate Luigi Baletta, l’uomo di 63 annoi arrestato per l’omicidio di Rocco Bramante. Il 52enne vittima dell’accoltellamento avvenuto ieri sera a Caorso. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica di quanto accaduto davanti a un bar del paese. L’accusa è di omicidio volontario.

Secondo la ricostruzione fornita da alcuni testimoni, tra Baletta e Bramante sarebbe esplosa una lite furibonda. Al culmine, il 52enne si sarebbe messo al volante della sua auto e avrebbe tentato di investire il 63enne. Quest’ultimo di tutta risposta avrebbe afferrato un coltello dal bar e avrebbe aperto la portiera dell’auto. A quel punto avrebbe accoltellato Bramante alla coscia. La vittima dell’aggressione sarebbe partito a tutta velocità nel tentativo di raggiungere la vicina caserma dei carabinieri ma sarebbe morto una volta sceso dalla vettura.

I carabinieri hanno interrogato Baletta tutta la notta. Alla fine hanno disposto la custodia cautelare in carcere. Nelle prossime ore sarà disposta l’autopsia sul cadavere.