Amministrative, Pd: “Bilancio positivo, in controtendenza rispetto alle Europee”

Il risultato ottenuto dalla lista “PD-Siamo Europei” va oltre le aspettative con il 22,69% a livello nazionale. La sorpresa viene semmai dal risultato di così ampie proporzioni della Lega a cui ha corrisposto il tracollo dei 5 stelle.

Sul piano europeo i sovranisti, con la Lega in Italia, pur fermandosi ben sotto alle loro aspettative rischiano di far rimanere l’Italia ai margini dell’Europa. Siamo particolarmente soddisfatti dell’elezione nel Parlamento europeo dei nostri candidati regionali, oltre al capolista Carlo Calenda, Elisabetta Gualmini e Paolo De Castro. Inseristi nell’area europeista del parlamento consolideranno un efficace rapporto con il sistema paese.

A livello locale la lista “PD-Siamo Europei” migliora il risultato del Pd alle elezioni politiche. Questo anche grazie all’accordo elettorale con Articolo 1 ponendo le premesse per costruire l’unica alternativa alle destre in un nuovo bipolarismo.

Bilancio complessivamente positivo anche per le elezioni amministrative con l’affermazione di molti Sindaci; pur senza un riferimento diretto al Pd e in un quadro di liste civiche hanno trovato ampio riscontro anche in controtendenza con il voto europeo. Questo premiando valori e programmi riformisti. Ci congratuliamo con tutti gli eletti e in particolare con i Sindaci confermati di Gragnano, Podenzano, Rivergaro, Travo, Pontenure, Vernasca, Cerignale e Piozzano e i nuovi Sindaci di Sarmato, Calendasco, Lugagnano, Zerba, Corte Brugnatella e Farini.

Siamo invece dispiaciuti per i risultati che hanno dato il successo ai candidati di centro destra di Gossolengo, Vigolzone e Ponte dell’olio nonostante gli indubbi meriti delle amministrazioni uscenti; senza dimenticare i generosi tentativi di costruire alternative alle amministrazioni uscenti di Castel san Giovanni, Caorso, Ziano e San Pietro in Cerro.