Pestata dal compagno che tenta di violentarla, 33enne salvata da un selfie

Violenza sulle donne

Dopo la violenza invia una foto alla madre e il compagno finisce in manette. I fatti sono accaduti alcune settimane fa in Valtidone. Protagonisti un uomo di 36 anni e una donna di 33. I due fidanzati stavano attraversando un periodo difficile e anche la relazione ne stava risentendo. A tal punto che il 35enne aveva iniziato anche ad assumere atteggiamenti violenti.

La situazione è precipitata circa una settimana fa quando l’uomo è tornato a casa completamente ubriaco. Prima le botte poi il tentativo di violenza sessuale. Tra un’aggressione e l’altra, la 33enne è riuscita a inviare sul cellulare della madre una fotografia del proprio volto tumefatto.

La mamma della giovane, a quel punto, ha chiamato i carabinieri che si sono precipitati nell’abitazione dei due. Trovando l’uomo ubriaco fradicio e la donna ferita, i militari hanno arrestato il compagno.

Il 36enne ha fornito agli inquirenti la propria versione negando le accuse. Gli investigatori stanno cercando di capire quale fosse la situazione tra i due conviventi e se in passato si fossero già verificati episodi di violenza.