Piacenza Baseball, scacco alla capolista. Al De Benedetti arrivano punti pesanti contro Fossano

piacenza baseball

Il Piacenza Baseball continua nel suo momento positivo e al De Benedetti mette all’angolo il Fossano primo in classifica. La vittoria ai supplementari in gara1 per 10-9 non ha potuto essere bissata nel pomeriggio in quanto il sopraggiungere dell’oscurità ha costretto gli arbitri ad interrompere gara2 con due innings d’anticipo con le squadre sul 9-9.

Gara 1

Radio Sound blank blank blank blank

FOSSANO           2-0-1-3-0-0-0-0-0-3    9                                                                      

PIACENZA  BASEBALL         4-0-0-0-0-0-2-0-0-4   10

Formazione: Gardenghi 3b, Chacon ric, Cetti ec, Calderon dh, Molina ed, Capra 1b, Pinoia es (Minoia), Albasi 2b (Cufrè ph), Casana ss (Borlini ph). Lanciatori: Corsaro (rl7 bv13 bb1 k6 pgl3), Macak (rl3 bv4 bb2 k2 pgl0). All.: Agosti.

Il commento di Gara 1

Pioggia di emozioni nella prima partita, caratterizzata da molto agonismo, frequenti capovolgimenti di fronte e tante occasioni sprecate da una parte e dall’altra. E serviva l’inning supplementare per risovelvere il braccio di ferro e come a Milano il tie-break sorrideva al Piacenza. Il primo inning lasciava intuire quello che sarebbe stato il tenore della partita. Fossano apriva con 2 punti agevolati da tre valide cui si aggiungeva il primo dei sei errori (troppi!) dei quali si sarebbe macchiata la difesa di casa. La reazione era immediata e di quelle cha lasciano il segno. Due basi ed un colpito caricavano le basi e così il doppio di Molina ed il singolo di Capra valevano il sorpasso del Piacenza (4-2).

Al 3° un punto ospite, prima che al 4° la difesa biancorossa desse il peggio di sè con tre errori grazie ai quali al Fossano bastava un singolo per arrivare tre volte a casa base (6-4). In una fase centrale che vedeva rarefarsi gli arrivi in base, a fare la differenza era il settimo attacco piacentino, viceversa caratterizzato da favorevoli condizioni che portavano le basi a riempirsi (singolo di Gardenghi, base a Chacon, Cetti colpito). Era il presagio al pareggio che arrivava con la base a Calderon ed il balk chiamato poco dopo dall’arbitro (6-6). Il finale era palpitante. Corsaro, che avrebbe meritato maggiore aiuto dalla difesa, lasciava il mound a Macak che appena entrato stroncava in doppio gioco il tentativo di gioco spremuto del Fossano. Da lì alla fine il manager ospite tenterà altre due volte identica tattica ma senza successo. L’epilogo come detto al primo supplementare, aperto da 3 punti cuneesi. Piacenza non ci stava e risolveva di forza la pratica. I match-winner erano Gardenghi, col triplo del 9-9, e Molina col walk-off del 10-9, degno epilogo di una sfida che verrà ricordata per un pò di tempo. 

Gara 2 (sospesa al 7° per oscurità)

FOSSANO        0-0-2-1-0-0-6     9                                                                                

PIACENZA        3-2-0-0-1-3-0     9

Formazione: Gardenghi ric, Cufrè dh/lan, Cetti ec, Calderon es, Molina ed, Chacon 3b, Capra 1b, Borlini 2b, Minoia ss. Lanciatori: Sanna L. (rl3.1 bv3 bb3 k3 pgl2), Cufrè (rl3.2 bv8 bb1 k5 pgl6).

Il commento sul secondo match del Piacenza Baseball

Il protrarsi di gara1 faceva slittare l’inizio della seconda partita che così, per il sopraggiungere dell’oscurità, non ha visto il completamento dei nove innings. Se la situazione di classifica lo imporrà, il match verrà completato in coda al calendario. Lo stop arrivava sul 9-9 con Piacenza partito alla grande e poi inopinatamente raggiunto al 7°. L’inizio era figlio dell’epilogo di gara1 con Fossano piuttosto scarico e Piacenza invece pronto ai blocchi di partenza. Tre punti al 1° ( doppio di Calderon) e due al 2° (triplo di Minoia) proiettavano il nove di Agosti sul 5-0.

Fossano rispondeva fin sul 5-3 ma Piacenza reggeva il colpo ristabilendo le distanze con Molina, che al 5° spingeva a casa base Cetti (singolo), e con le valide al 6° di Minoia, Cetti (doppio) e Calderon ( parziale a 9-3). Tutto facile? Nemmeno per sogno perchè al 7° i padroni di casa andavano letteralmente in tilt. Un Fossano mai domo si riproponeva con tre singoli, due doppi ed un triplo stroncava un Piacenza inspiegabilmente arrendevole e così il tabellone ritornava a segnare parità (9-9). Tutto questo poco prima che le ombre della sera calassero sul De Benedetti rendendo incompiuta l’accesa seconda sfida tra due squadre che per l’intera giornata non si sono di certo risparmiate.

ALTRI RISULTATI: Codogno-Ares Milano 2-0 (17-7; 21-2). Riposava il Milano.

CLASSIFICA: Fossano 692 (13-9-4), Milano 667 (12-8-4), Codogno 571 (14-8-6), Piacenza 455 (11-5-6), Ares 83 (12-1-11).

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank