Piacenza Baseball, sorrisi a metà: da Fossano arrivano i primi punti

piacenza baseball

Primi punti stagionali per il Piacenza Baseball che a Fossano raccoglie una vittoria in gara1 (12-1) più utile al morale che alla classifica. Diversa la storia in gara2 dove i biancorossi sono sprofondati all’8° inning dopo essere sempre stati in partita (13-3).

Gara 1

blank

Radio Sound blank blank blank

PIACENZA     BASEBALL        0-0-1-0-4-0-3-1-3    12

FOSSANO          0-0-0-0-0-0-0-1-0      1

Formazione: Minoia 6, Molina 8, Cetti dh, Cufrè 9 (Gardenghi), Chacon 2, Calderon 7, Capra 3, Albasi 4, Casana 5. Lanciatore: Corsaro (rl9 bv11 bb0 k7 pgl1). All.: Agosti.

Più equilibrata di quanto non esprima il punteggio la gara mattutina. Il Piacenza mostrava i muscoli solo a partire dal 5° inning mentre in precedenza tutto era filato senza sussulti col timido vantaggio biancorosso al 3° (1-0) generato dal singolo di Casana e dal doppio di Cetti. Sorretto da un Corsaro in gran spolvero che rimarrà a lanciare per tutti e nove gli innings, il Piacenza trova forza e personalità a partire dal 5° con 4 punti che portano il match dalla sua parte. La base ball a Cufrè ed un errore sulla violenta radente interna di Chacon portano il parziale al 5-0. Fossano fa sempre meno paura col passare delle riprese e nell’ultimo terzo di partita il Piacenza mette al definitivamente al sicuro il risultato. Tre punti al 7° ( singoli di Cufrè, Chacon e doppio di Calderon), 1 all’8° (tre lanci pazzi dopo il singolo di Molina)e altri 3 al 9° (tre basi gratuite seguite dalla valide di Casana e Minoia) blindano la prima vittoria stagionale, oltretutto contro la momentanea capolista. Positivo l’esordio in seconda base del quindicenne Andrea Albasi che resta in campo tutta la partita con sorprendente tranquillità.

Gara 2

PIACENZA     BASEBALL     1-0-0-0-1-0-1-0      3

FOSSANO            0-0-1-0-3-0-2-7     13

Formazione: Minoia 6, Molina 8, Cetti dh, Chacon 5, Calderon 7, Capra 3, Pinoia 9, Gardenhghi 2, Casana 4. Lanciatori: Cufrè (rl7 bv9 bb1 k4 pgl5), Macak (rl0.1 bv6 bb1 k0 pgl7), Naccarella (rl0.0 bv2 bb0 k0 pgl0).

Al pomeriggio la squadra di Agosti naufraga nel finale dopo aver coltivato a lungo la speranza di centrare un’importante doppietta. I biancorossi partono di gran carriera andando sull’1-0 al loro primo attacco ma il singolo del lead-off Minoia resterà purtroppo l’unica battuta valide in 6 inning. Una miseria per fronteggiare un Fossano assetato di rivincita. I piemontesi pareggiano al 3° (1-1) e allungano nella parte centrale del match. Ma tutto sommato il punteggio regge ed al 7° il Piacenza è sotto con un parziale ancora del tutto recuperabile ( 6-3). Quando però dal mound scende Cufrè, che fino a quel momento aveva fatto bene il suo lavoro, le cose per i piacentini cominciano a complicarsi maledettamente. I rilievi alzano troppo presto la resa, Fossano sale in cattedra e la punizione è fin troppo severa con la sospensione all’8° per manifesta superiorità (13-3). Si porta così a casa un pareggio che sarebbe anche potuto essere una doppietta senza i soliti black-out ai quali il Piacenza di quest’anno ci ha purtroppo abituati. Intanto si è rotto il ghiaccio in classifica e domenica al De Benedetti c’è l’opportunità di abbandonare l’ultimo posto in caso di doppia vittoria con l’Ares Milano.

RISULTATI: Fossano-Piacenza 1-1 (1-12; 13-3), Ares Milan- Codogno 1-1 (8-6; 8-16). Riposa: Milano.

CLASSIFICA: Milano 750 (4-3-1), Fossano 667 (6-4-2), Codogno 625 (8-5-3), Ares Mi 250 (4-1-3), Piacenza 167 (6-1-5).     

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank