“RelazioniPossibili”, un progetto che mette in comunicazione differenti ambiti creativi,- AUDIO

"RelazioniPossibili", un progetto che mette in comunicazione differenti ambiti creativi,- AUDIO

“RelazioniPossibili” è il nome del progetto presentato da 120 (Piacenza), Montrasio Arte (Milano Monza Piacenza) e Startufo (Piacenza). L’idea di creare una Koinè negli spazi di Startufo dove declinare l’arte, la letteratura e la poesia in un unico linguaggio con particolare attenzione al mondo dell’infanzia, trova concreta applicazione nelle reciproche volontà di costruire un nuovo paradigma capace di mettere in comunicazione differenti ambiti creativi, quali quelli dell’architettura, dell’arte, della comunicazione, della fotografia, della grafica, della letteratura e della poesia.

blank

La cultura è l’elemento indispensabile per una ripartenza consapevole del periodo che abbiamo vissuto, e, ancora stiamo vivendo, è il tempo dell’inclusione e non dell’esclusione, della condivisione e non della divisione, della solidarietà e non dell’ostilità, è il tempo dell’attenzione verso i bambini, le fasce più deboli ed emarginate.
RelazioniPossibili indica un cammino condiviso, scelte collegiali, un nuovo intento di collaborazione indipendentemente dagli ambiti di competenza. Il progetto dedicherà particolare attenzione ai bambini, darà loro la possibilità di assecondare e sviluppare la propria sensibilità, creatività, i percorsi ed i temi saranno scelti e costruiti con questo preciso scopo. Vi sarà la possibilità di visite guidate ad hoc, di laboratori creativi, le cui modalità saranno veicolate attraverso il QR code che accompagnerà ogni singolo evento.

L’ideatore del progetto Ruggero Montrasio

RelazioniPossibili

Il primo appuntamento avrà per tema LA PAROLA, indagata attraverso l’opera di Vincenzo Agnetti di cui verranno esposti tre telegrammi provenienti dalla collezione di Lisa Ponti, dialogheranno con il libro Che Figura di Cecilia Campironi (nella foto) che racconta le figure retoriche della lingua italiana, e a conclusione del percorso due poesie di Franco Marcoaldi, Il doppio sguardo e Poesia.

Ideato e curato da Ruggero Montrasio (Montrasio Arte), il progetto trova l’allestimento di Luigi Chinosi (120), la grafica e la comunicazione di Tiziano Carboni (Startufo).

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank