Rigiocattoliamo, la generositò dei bambini ha superato le aspettative

Oggi si conclude “RiGiocattoliamo” il progetto di solidarietà lanciato da Federfarma Piacenza a favore di Telefono Rosa Piacenza. Nel periodo estivo in tutte le Farmacie aderenti è stato possibile donare giochi (in buono stato) per i bimbi e le mamme ospitati nelle case protette del Telefono Rosa.

Ma c’è una novità: la risposta delle persone è stata così grande che ha superato ogni aspettativa e da un’iniziativa sperimentale è nata una vera e propria gara di solidarietà tra le famiglie del nostro territorio che ha portato a raccogliere oltre 750 giocattoli.

Abbiamo quindi potuto coinvolgere nel progetto anche altre associazioni e realtà che operano sul territorio, a contatto con minori in situazioni di fragilità, donando parte dei giocattoli raccolti.

Ecco i luoghi dove verranno utilizzati

  • Case protette e Sala incontri di Telefono Rosa Piacenza
  • Sala d’incontro genitori-bambini presso il Carcere di Piacenza, tramite l’Associazione Oltre il Muro
  • Sala d’attesa del laboratorio di Analisi dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza
  • La Pediatria di Comunità dell’AUSL di Piacenza, che ha sette sedi nelle quali si effettuano le vaccinazioni in età pediatrica, con relativa sala d’attesa per bimbi e mamme: Borgonovo, Piacenza, Monticelli, San Nicolò, Fiorenzuola, Carpaneto e Podenzano.

“Come Farmacisti ci troviamo spesso ad essere punto di riferimento riconoscibile e capillare sul territorio e desideriamo metterci a servizio della comunità cui apparteniamo, soprattutto collaborando e facendo rete con le realtà che già operano sul territorio”. – dice il dott. Paolo Cordani Segretario di Federfarma Piacenza.

“E’ stato bello vedere la partecipazione attiva dei bambini, che, insieme ai genitori, hanno compiuto un gesto semplice ma molto profondo di condivisione e consapevolezza: alcuni si sono separati da giochi a cui erano anche particolarmente affezionati, in molti casi chi non aveva giochi da donare ne ha comprati di nuovi ” – dice la dott.ssa Francesca Sechi referente del progetto per Federfarma Piacenza