Murelli e Pisani: “I sindaci chiedono al governo di liberare le risorse che i Comuni non possono usare”

Archivio di Stato
Piacenza 24 WhatsApp

I sindaci piacentini della Lega hanno chiesto ai parlamentari di attivarsi per far sì che dai bilanci dei Comuni venga ridotto il Fondo crediti di dubbia esigibilità. Si tratta di soldi – in alcuni casi decine di migliaia di euro – che i Comuni hanno già stanziato e che, pur essendo iscritti a bilancio, non possono essere utilizzati. In pratica, un sindaco mette su tale voce dei fondi, sulla base di potenziali crediti non incassabili, congelandoli di fatto per un tempo indeterminato.

Casa di Cura

I primi cittadini del Carroccio si sono rivolti alla deputata Elena Murelli e al senatore Pietro Pisani, i quali hanno già presentato gli emendamenti al decreto Cura Italia, con la proposta, nel bilancio 2020, di abbattere del 50% questi fondi che erano stati accantonati. Una misura che è stata chiesta per il sostegno delle imprese e al rilancio economico del territorio in questo momento di profonda crisi.

A sottoscrivere la richiesta sono stati i sindaci Alessandro Chiesa (Pontedell’Olio), Manuel Ghilardelli (Ziano), Roberta Battaglia (Caorso), Andrea Balestrieri (Gossolengo), Giuseppe Bersani (Castell’Arquato) e Romeo Gandolfi (Fiorenzuola).

Casa di Cura
Radio Sound
blank blank