Senza assicurazione o revisione, 36 auto fermate dallo “Street control”

Sulle vetture della polizia di Stato approda lo “Street control”. Un dispositivo per la lettura automatica delle targhe. Grazie al collegamento diretto alle diverse banche dati, segnala agli operatori, in tempo reale, se il veicolo visualizzato risulta essere oggetto di reato, non assicurato oppure non sottoposto a regolare visita di revisione.

Una tecnologia adottata anche dalla polstrada di Piacenza. Ha permesso di controllare oltre 6.000 veicoli in 13 servizi e poter sequestrare nell’immediatezza 12 veicoli che circolavano sprovvisti di regolare assicurazione RCA. Sono stati anche sospesi dalla circolazione 24 veicoli non sottoposti a regolare visita di revisione.

Sequestrate infine 31 autovetture immatricolate a nome di persone straniere e condotte da residenti in Italia; tali veicoli sono destinati alla confisca se, entro il termine di 180 giorni decorrenti dalla violazione, il proprietario non provvede all’immatricolazione in Italia. Può anche richiedere alla Motorizzazione il foglio di via per condurlo oltre il confine.

Importante segnalare che l’accertamento della circolazione di veicoli stranieri condotti da residenti in Italia e di veicoli sprovvisti di regolare copertura assicurativa contrasta i rilevanti danni causati ai cittadini “onesti”. Per gli aumenti dei premi assicurativi nel primo caso e nel secondo a causa della quota destinata al Fondo di garanzia delle vittime della strada per i danni provocati dai veicoli in circolazione non assicurati. Nonché all’Erario per i mancati introiti fiscali.