Studio sui bisogni dei lavoratori del Polo logistico, l’Assessora Corvi: “Tra i problemi c’è la questione abitativa” – AUDIO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Studio sui bisogni dei lavoratori del Polo logistico, l’Assessora Corvi: “Tra i problemi c’è la questione abitativa”. E’ stato presentato a Piacenza Expo il progetto “CommunityLog”, incentrato sullo studio e l’analisi dei bisogni sociali dei lavoratori del Polo logistico di Le Mose. Un’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra Comune di Piacenza, Confindustria, Confapi Industria e Confcooperative, con l’intento di costruire un quadro conoscitivo condiviso, approfondito e aggiornato.

Solo a partire dall’ascolto delle esigenze e delle prioritàsottolineano la sindaca Katia Tarasconi e l’assessora ai Servizi Sociali Nicoletta Corvi – possiamo intraprendere una serie di azioni concrete, che siano realmente incisive nel dare risposte mirate a rafforzare la coesione sociale, l’effettiva integrazione delle imprese e dei dipendenti della logistica con il territorio, perseguendo quello sviluppo sostenibile e inclusivo che è prioritario per conciliare qualità di vita e qualità del lavoro. Un ringraziamento fondamentale, in tal senso, va alle associazioni di categoria che con grande sensibilità hanno subito aderito a questo percorso; altrettanto importante, per garantire il coinvolgimento delle persone che vorremmo raggiungere, sarà la preziosa collaborazione delle aziende che del Polo di Le Mose costituiscono il cuore pulsante”.

La questione abitativa

E’ un problema da risolverecommenta l’Assessora Nicoletta Corviche non riguarda solo i lavoratori della logistica. Stiamo cercando di capire se davvero c’è una carenza abitativa. Non ci sono appartamenti liberi o ci sono, ma non vengono affittati? Mi dicono che non trovano casa nemmeno i dirigenti che vengono a Piacenza per alcuni periodi. Stessa situazione per gli studenti e quella fascia di nostri cittadini che non devono accedere all’edilizia residenziale pubblica, quindi sono in grado di pagare un affitto, ma non trovano nulla.

C’è paura ad affittare

Sì. I proprietari si sentono poco tutelati, questo è il sentiment. Non vanno giudicate le posizioni delle persone che sono libere, ma stiamo cercando di capire quali azioni potremmo mettere in atto come Amministrazione Comunale. In particolare per rassicurare i proprietari nel mettere a disposizione le loro abitazioni e in questo modo consentirci di poter creare un circolo vizioso tra domanda e offerta. 

Studio sui bisogni dei lavoratori del Polo logistico

Presenti, nell’occasione, Claudio Oltremonti per Confindustria, il vice direttore Marika Lusardi e Andrea Gregori del Consiglio direttivo per Confapi Industria, il presidente Daniel Negri per Confcooperative.

La gestione del progetto 

E’ affidata alla Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica – ITL, ente di ricerca specializzato nel settore. Sono previsti momenti di divulgazione rivolti alla cittadinanza e agli attori di questo comparto. Un comparto che, come rimarcato all’unisono dai rappresentanti delle istituzioni coinvolte, “costituisce una risorsa economica e occupazionale di primaria importanza per Piacenza, che deve essere valorizzata anche dal punto di vista del legame con la comunità e con il tessuto urbano”. 

Nell’accordo di collaborazione tra Comune, Confindustria, Confapi e Confcooperative, si evidenzia la dimensione del Polo logistico di Le Mose sia in termini di impiego professionale, con oltre 2500 addetti che, in alcuni periodi dell’anno, superano le 3000 unità, con ricadute socio-ambientali, economiche e lavorative che si estendono oltre i confini provinciali e regionali. 

Di qui l’impatto di un progetto che si articolerà sia nella somministrazione di questionari ai lavoratori del comparto – anche con l’ausilio di interpreti e mediatori culturali per superare eventuali barriere di comprensione linguistica – sia nel successivo confronto con gli stakeholders e con la collettività,. In particolare per presentare pubblicamente la mappatura dei bisogni emersi e individuare, a partire dalle informazioni raccolte, le criticità su cui occorre primariamente intervenire.

Gli uffici comunali di via Taverna 39 sono a disposizione, per ulteriori informazioni da parte delle imprese del settore, ai seguenti recapiti: 0523-492730, 334-9928487 o chiara.messori@comune.piacenza.it .

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank