Taglio dei contributi a Seta, Faisa Cisal: “Irresponsabile”. La risposta di Seta: “Nessun taglio”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del sindacato Faisa Cisal.

blank

Nel 2011 a seguito dei tagli di finanziamenti al trasporto pubblico locale, il Comune di Piacenza e i Comuni della Provincia decisero di finanziare l’ente appaltante Seta con 0,20 euro al Km. Questo per limitare il taglio dei servizi ai cittadini; in linea con quanto attuato da tempo dai comuni in altre realtà della regione,

Tale contributo trovò conferma anche nelle linee programmatiche per le clausole sociali da inserire nel bando di gara. Clausole concordate con i sindacati e le precedenti amministrazioni.

Il Comune di Piacenza e i Comuni della Provincia hanno recentemente comunicato a Seta il taglio dei contributi dello 0,20 euro a km; ovvero 800 mila euro l’anno. Stigmatizziamo tale irresponsabile comportamento che da solo manderebbe in negativo il bilancio dell’intera Seta con relative conseguenze; ancor più deprecabile dopo 8 anni di vani sforzi delle organizzazioni sindacali per la stabilizzazione economica e normativa dei dipendenti assunti dal 2012. Dipendenti ad oggi con autisti che a causa delle ristrettezze economiche guadagnano poco più di mille euro al mese; senza nemmeno la contrattazione normativa di secondo livello che non vede ancora oggi uno sbocco risolutivo.

Faisa Cisal è pertanto pronta a scendere in sciopero contro la scellerata decisione degli E.E.L.L. che con il taglio di questo essenziale contributo, oltre a produrre danni ai lavoratori del TPL anziché impegnarsi in prima persona e con la regione per reperire risorse per favorire condizioni più dignitose ai Lavoratori e un servizio migliore, produrrebbe anche un corrispondente taglio di servizi ai cittadini.

La risposta di Seta: “Nessun taglio”

Con riferimento al comunicato stampa di Faisa-Cisal dell’11 ottobre 2019, SETA spa precisa che non corrisponde assolutamente al vero che il Comune di Piacenza e i Comuni della Provincia abbiano recentemente comunicato a SETA il taglio dei contributi relativi al cofinanziamento degli EE.LL.

Per le problematiche sollevate dal suddetto comunicato stampa relativamente alla contrattazione tra azienda e sindacati per la stipula di un accordo di 2° livello (per gli assunti dal 2012), SETA precisa che la Direzione aziendale ha presentato proposte precise e concrete per il miglioramento delle condizioni normative e salariali. Nell’incontro svoltosi ieri pomeriggio si sono manifestate forti divergenze, tant’è che le OO.SS hanno espresso la loro intenzione di avviare le procedure di raffreddamento preliminari all’eventuale proclamazione di azioni di sciopero.

La trattativa è certamente complessa, poiché molto complesso è il tema della armonizzazione contrattuale per gli assunti dopo la costituzione di SETA. Il tema è aperto ormai da 8 anni, purtroppo rimasto irrisolto sino ad oggi. SETA, nel corso di questi ultimi mesi, ha più volte ribadito la propria volontà di costruire soluzioni positive ed innovative a beneficio del “neoassunti” e con tale spirito si è presentata ai tavoli di trattativa. Non aiuta certamente il coinvolgimento ingiustificato e inappropriato degli EE.LL Piacentini, così come non aiuta scaricare sui medesimi le difficolta negoziali.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank