Tortona-Assigeco Piacenza, 63-68: i biancorossoblu stendono anche la capolista

tortona-assigeco piacenza

Una partita tanto brutta quanto compassata ci regala l’ennesima sorprendente vittoria nel campionato dell’Assigeco Piacenza. All’interno di 40 minuti dove il basket sgorga veramente a fatica, complice la stanchezza e le difese, i biancorossoblu escono alla lunga e tolgono due punti dal campionato della capolista. Alla ribalta salgono come sempre i due americani, ma nel computo della partita risultano tremendamente importanti anche due giocatori del supporting cast: Poggi e Guariglia. L’Assigeco Piacenza torna al secondo posto e si conferma la sorpresa del girone verde di Serie A2.

blank

I quintetti

Tortona: Mascolo, Sanders, Severini, Fabi, Cannon

Piacenza: Cesana, Carberry, Formenti, McDuffie, Molinaro

Primo quarto

Parte forte l’Assigeco, che apre l’area di Tortona con le penetrazioni di Carberry e McDuffie. Cannon fa il suo a centro area, ma Piacenza oppone sempre ottime difese ai piemontesi. Al contrario, l’attacco non fa il break e Fabi timbra la bomba del 5-6.  Al giro di boa Massone si fa fregare da Sanders: l’americano ruba la palla e arma la mano di Severini: 8-6. È ancora Severini-show per il 12-10, ma un mini-parziale Assigeco vale il 14-16: Gajic (4) protagonista.

Secondo quarto

Pick and roll Massone-Guariglia ed è massimo vantaggio Assigeco sul 14-18. Tavernelli scappa in contropiede per il 16-18, ma è ancora un super Guariglia da 8 punti e 6 rimbalzi – in 7 minuti – che scava la buca del 16-22. Ramondino ferma la partita, ma in uscita dalla pausa la musica non cambia. Mascolo (0/7 dal campo) smazza l’assist del -4, Carberry (6pts) risponde appoggiandosi al vetro (20-26). Cannon e Sanders – 6 punti in due – provano a suonare la carica, ma Carberry impatta a quota 30 e manda tutti alla pausa lunga.

Terzo quarto

Un 2+1 di Cannon (10pts) vale il nuovo vantaggio piemontese ad inizio ripresa. L’Assigeco risponde subito con i propri USA, e una tripla di capitan Formenti vale il +4 al Pala Oltrepò. Cannon canta e porta la croce per Ramondino, ma la partita non decolla. La stanchezza, il turno infrasettimanale e le palle perse (7 a testa) ci offrono un 41-41 praticamente illeggibile. Poi, dal nulla, esplodono Sanders e Tavernelli (5pts in due) e la Bertram prova la fuga. Salieri chiede la pausa e recupera fino al -2 con i punti di Poggi.

Quarto quarto

Gazzotti e Guariglia inaugurano l’ultimo periodo di questa 18a del girone verde, per un punteggio che continua a muoversi in maniera equilibrata (51-49). La panchina fa la differenza, con Gazzotti (7pts) che tiene in piedi Tortona e Poggi-Guariglia (20pts in 2) che tentano gli allunghi Assigeco. Circa tre giri di lancetta più tardi siamo esattamente dove abbiamo passato i precedenti 36 minuti: 58-58. McDuffie scalda i motori (13pts) e rimette davanti i suoi, ma Cannon azzera tutto.

Il nuovo +4 piacentino è firmato ancora Carberry – che segna a centro area e timbra un 2/2 dalla lunetta – e con 45” sul cronometro Ramondino chiede una pausa. Ne esce un possesso confuso, con Molinaro che stoppa Mascolo e lancia il contropiede di MCD che vale il +6. Sanders segna subito il -3, ma la girandola di falli permette a Carberry di chiudere il match.

Betram Tortona 63 – 68 Assigeco Piacenza (14-16; 30-30; 47-45)

Tortona: Mascolo 7, Cannon 18, Gazzotti 7, Fabi 5, Sanders 10, Sackey NE, Romano, Graziani NE, Severini 9, Ambrosin, Tavernelli 7, Morgillo NE. All. Ramondino

Piacenza: McDuffie 15, Formenti 3, Carberry 18, Cesana 4, Molinaro 2, Poggi 8, Perotti NE, Guariglia 12, Gajic 4, Voltolini NE, Jelic NE, Massone 2. All. Salieri

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank