“Ci sono problemi con la sua postepay, compili questo modulo”, truffata per 2600 euro

Truffe on line in crescita nel piacentino

Il 12 marzo scorso, un messaggio ricevuto sul suo cellulare la informava di un’anomalia di servizio sulla sua carta postepay e la invitava a compilare un modulo seguendo un link inserendo i suoi dati sensibili al fine di bloccare la stessa.

blank

Questo tipo di truffa attraverso un sms è odiosa e molto insidiosa, perché il messaggio truffaldino è più subdolo del solito e va a comparire sul cellulare insieme a tutti gli altri, legittimi, che si ricevono. Difatti, la donna leggeva l’sms, apriva il link allegato,compilava il modulo e confermava l’operazione. Nel frattempo, un uomo l’ha contattata e le ha chiesto se sul suo conto corrente postale vi era liquidità e ricevuta una risposta affermativa la indirizzava a completare il modulo inserendo una password con altri caratteri. Insospettitasi, trovandosi vicino ad uno sportello ATM di Poste Italiane, ha deciso di controllare lo stato del suo conto corrente; si è accorta immediatamente che vi era un prelevamento da lei non autorizzato di circa 2600 euro. In quel momento ha capito di essere stata vittima di una truffa e si è rivolta subito ai carabinieri di San Nicolò a Trebbia per denunciare l’accaduto.

I militari di San Nicolò hanno avviato subito le indagini volte a verificare esattamente quanto accaduto e ad individuare i responsabili. Dopo opportune verifiche, sono riusciti ad individuare quali responsabili della truffa perpetrata nei confronti della donna; si tratta di due giovani di 18 e 24 anni, disoccupati, residenti in provincia di Napoli, con precedenti penali. Per loro denuncia per truffa in concorso.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank