Vaccinazione antinfluenzale, si parte lunedì 25 ottobre con un milione e mezzo di dosi a disposizione: “Importante per prevenire una malattia che può essere pericolosa”

“È tempo di influenza, è ora del vaccino”. Tante informazioni e un video, sul nuovo sito regionale https://www.vaccino-antinfluenzale.it, che invita ad aderire alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in partenza lunedì prossimo, 25 ottobre.

blank

A disposizione dei cittadini ci sono un milione e mezzo di dosi, la cui fornitura sarà completata entro la fine di novembre: saranno pertanto destinate prioritariamente ai grandi anziani, ai soggetti ad alto rischio per patologia o esposizione di tutte le età, per condizione patologicafisiologica (gravidanza) o esposizione lavorativa.

“Vaccinarsi contro l’influenza stagionale è un gesto di prevenzione importante- ricorda l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-, soprattutto per chi è a rischio. L’obiettivo principale è ridurre le possibili complicazioni, ma anche, vista la situazione legata alla pandemia, semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti di Covid-19. Il vaccino antinfluenzale- conclude Donini- ci rende più forti contro una malattia, peraltro molto contagiosa, che purtroppo può essere pericolosa”.

In Emilia-Romagna si punta a raggiungere un numero sempre maggiore di vaccinati, soprattutto tra gli over 64enni con o senza patologie cronichele persone tra i 6 mesi e i 59 anni con patologie croniche e le donne in gravidanza, indipendentemente dall’età gestazionale, o nel post-parto.

Categorie, queste, per le quali la vaccinazione è gratuita, così come, su richiesta dell’interessato, lo è per i soggetti sani che rientrano nella fascia d’età 60-64 anni

Gratuità prevista anche per medici, operatori sanitari e socio-sanitari, volontari del settore sanitario/sociosanitario, addetti ai servizi essenziali (come insegnanti, forze dell’ordine, addetti al trasporto pubblico), donatori di sangue, personale degli allevamenti e dei macelli. Il traguardo è raggiungere il 75% degli ultra-sessantaquattrenni vaccinati (nella passata stagione si è superata soglia 70%, con un aumento del 13,2%) e confermare il trend in aumento delle coperture relative alle donne in gravidanza, ai soggetti con patologie croniche di qualunque etàal personale sanitario.

La campagna vaccinale a Piacenza

Parte lunedì 25 ottobre anche a Piacenza, come in tutta l’Emilia-Romagna, la campagna di vaccinazione antinfluenzale. A disposizione un milione e mezzo di dosi: saranno destinate prioritariamente ai soggetti ad alto rischio, di tutte le età, per condizione patologica, fisiologica (gravidanza) o esposizione lavorativa.

L’obiettivo principale è ridurre le complicazioni legate all’influenza e, di conseguenza, gli accessi ai Pronto soccorso, ma anche semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti (vista la sintomatologia respiratoria sovrapponibile per Covid-19 e influenza) soprattutto in età adulta. A Piacenza, complessivamente e progressivamente, arriveranno 95mila dosi.

A chi è offerto gratuitamente il vaccino

La vaccinazione antinfluenzale è offerta gratuitamente a soggetti di età pari o superiore a 60 anni, con o senza patologie croniche; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza; medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali; soggetti ricoverati presso strutture per lungodegenti; soggetti tra i 6 mesi e i 60 anni con patologie croniche; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale scolastico, polizia, carabinieri, vigili del fuoco, e così via); personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani; volontari in ambito sociosanitario e donatori di sangue.

Dove vaccinarsi

Gli anziani, i malati cronici e i loro familiari si potranno rivolgersi al proprio medico pediatra di famiglia. Ai soggetti grandi anziani, come ai cronici, l’Ausl ha inviato una lettera, offrendo anche l’opportunità in alternativa di accedere a struttura dell’Azienda dove è prevista una fascia oraria dedicata (ambulatorio dell’hub vaccinale ex Arsenale, inviale Malta, Piacenza), dal 3 novembre.

Le donne in gravidanza si possono rivolgere al proprio medico curante o al dipartimento di Sanità pubblica (piazzale Milano, Piacenza).
Gli addetti ai servizi essenziali, i donatori di sangue e le altre categorie possono accedere all’ambulatorio allestito dall’Igiene pubblica all’hub vaccinale ex Arsenale (viale Malta, Piacenza) attivo ogni martedì, mercoledì e giovedì, dalle 15.30 alle 19, dal 15 novembre.

Non è prevista prenotazione

Per gli operatori sanitari dell’Ausl, si sta predisponendo un piano per raggiungere le varie figure professionali, in modo da favorire l’adesione alla vaccinazione.

Somministrazione simultanea di più vaccini

Come da linee guida del Ministero della Salute, il vaccino antinfluenzale non interferisce con la risposta immune ad altri vaccini inattivati o vivi attenuati. I soggetti identificati come prioritari possono  quindi ricevere, se necessario, il vaccino antinfluenzale contemporaneamente ad altri vaccini.

L’Azienda Usl di Piacenza si è già attivata, nelle scorse settimane, per offrire agli over 80 che stanno ricevendo la terza dose di vaccino anti Covid-19 anche il vaccino antinfluenzale. La stessa proposta potrà essere fatta anche dai medici di famiglia, negli ambulatori di prossimità e nelle strutture residenziali per anziani.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank