Zanardi (FdI): “Contrarietà alla fusione delle Camere di Commercio”

Zanardi

Durante l’ultimo consiglio comunale, in occasione delle comunicazioni, Gloria Zanardi di Fratelli d’Italia ha manifestato la contrarietà all’accorpamento delle Camere di Commercio di Piacenza, Parma e Reggio Emilia.

“Pare che l’accorpamento delle Camere di Commecio sia ormai imminente, per questo, riitengo doveroso ribadire la mia contrarietà rispetto a questa scelta – inizia così Zanardi – Le realtà, che si vorrebbero unificare, sono alquanto distanti sia per caratteristiche economiche di territorio, sia per situazioni finanziarie dei relativi enti, sia per risultati sinora raggiunti e questo credo che non comporterà benefici per lo sviluppo del tessuto economico della nostra città”.

L’esponente di Fratelli d’Italia precisa: “Già in passato abbiamo assistito ad accorpamenti o tentativi di accorpamento, come ad esempio per la centrale operativa del 118, e sappiamo quanti e quali problemi e criticità si sono riscontrati. Il principio di razionalizzazione applicato aprioristicamente, senza attente valutazioni di dettaglio e nel concreto, potrebbe addirittura compromettere l’efficienza del sistema, in questo caso economico – prosegue – Non sono aprioristicamente contraria alle unioni di enti od organismi, ma credo  che debbano essere pensati e realizzati con criterio, a fronte di valutazioni sull’omogeneità delle componenti”.

Così Zanardi conclude: “Il mio commento, in questa sede, vuole essere una sollecitazione nei confronti del Sindaco e dell’amministrazione a manifestare la propria opposizione a tale iniziativa o comunque ad esprimere solidarietà alla Camera di Commercio di Piacenza, sicuramente penalizzata da questa scelta”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank