Covid, l’Emilia Romagna verso la zona arancione. Donini: “Rt medio e terapie intensive, dati non trascurabili”

Le nuove regole imposte nel nuovo decreto gennaio non lasciano spazio a dubbi: “Noi oggi viaggiamo con un Rt medio di 1,05“, calcola l’assessore alla Sanità della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini.

blank

Dati che lasciano, attualmente, pochi dubbi. Da lunedì 11 gennaio l’Emilia Romagna rientrerà probabilmente in zona arancione. Nel Decreto, infatti, si stabilisce che sopra il valore Rt di 1 le regioni diventano arancioni e sopra l’1,25 diventano zone rosse.

Lo riporta il Resto del Carlino.

“Un altro dato non trascurabile – ha aggiunto Donini – per quello che riguarda l’Emilia-Romagna è anche il livello di saturazione dei reparti di terapia intensiva e dei reparti Covid, che comunque è sopra al 30%, siamo al 31% in terapia intensiva e sopra il 40% per i reparti Covid. E’ una situazione che testimonia ancora il fatto che il virus sta circolando molto, d’altra parte le settimane precedenti al Natale è probabile che vi siano stati molti contagi, anche in maniera asintomatica, che poi in qualche modo hanno sviluppato tra Natale e questi giorni tanti focolai familiari”.

Le regole per la zona arancione

Vietato muoversi da regione e da comune, tranne le consuete eccezioni anche per centri con meno di 5 mila abitanti (in un raggio di 30 chilometri), sempre con autocertificazione. Bar e ristoranti aperti, ma solo per asporto (fino alle 22) e consegna a domicilio. Negozi aperti, centri commerciali chiusi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank