Riqualificazione degli edifici e delle strutture ecclesiastiche, accordo tra diocesi e Banca di Piacenza

Diocesi e Banca di Piacenza hanno stipulato un accordo per regolare, a condizioni agevolate, l’acquisto del credito d’imposta del “bonus facciate” 90% (art. 1, c. 59, L. 178/‘20). Lo stesso è stato firmato ieri dal Vescovo mons. Adriano Cevolotto con il Presidente esecutivo della Banca locale Corrado Sforza Fogliani.

blank

Per la Diocesi di Piacenza-Bobbio e nell’ottica di una riqualificazione degli edifici e delle strutture ecclesiastiche che ricadono sotto l’autorità del Vescovo diocesano, fondamentale è stato l’obiettivo di incentivare gli interventi sul patrimonio ecclesiastico da parte dei legali rappresentanti interessati e ciò, usufruendo dei benefici fiscali portati dal bonus facciate con la cessione del credito.

Dal canto suo la Banca di Piacenza – nell’ambito di un suo tradizionale impegno a favore del patrimonio ecclesiastico come di quello civile e nello spirito della banca di territorio – ha volentieri aderito all’iniziativa diocesana ed acquisterà quindi dagli Enti ecclesiastici i crediti fiscali tramite la piattaforma tecnologica Deloitte, senza peraltro alcuna garanzia o patronage della Diocesi.

L’Accordo verrà applicato a tutti gli Enti ecclesiastici sottoposti all’autorità del Vescovo diocesano fino alla fine dell’anno e scadrà quindi contestualmente al bonus facciate, salvo eventuali rinnovi. Diocesi e Banca hanno concordato che sarà cura di ogni Ente beneficiario esporre un segno, concordato tra le parti, che dia conto dell’anno di rifacimento della facciata.

L’Istituto di credito di via Mazzini ha comunicato che ogni informazione può essere attinta, oltre che alla Sede centrale, a tutti gli sportelli della Banca.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank