Alcol al volante e droga, controlli in Valtrebbia e otto persone nei guai

Alcol al volante e droga. Val Trebbia al setaccio nell’ultimo weekend per mano dei carabinieri della Compagnia di Bobbio; 7 sono stati i giovani segnalati per detenzione di stupefacenti per uso personale al termine dei controlli ed un automobilista denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Le pattuglie in servizio hanno concentrato l’interesse soprattutto tra il fiume Trebbia e la Statale 45. Il servizio era finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti. Inoltre, i militari hanno intensificato i servizi di controllo alla circolazione stradale sulle principali arterie interessate al traffico veicolare allo scopo di renderle sicure per i tanti turisti e gitanti che hanno scelto come meta la media e l’alta Val Trebbia per questo primo weekend del mese di settembre. Numerosi infatti, sono stati gli automobilisti e i motociclisti contravvenzionati per infrazioni al codice della strada.

Otto persone nei guai

I controlli hanno interessato anche i luoghi di aggregazione giovanile e, segnatamente, ai campeggi ed alle località lungo il Trebbia che per la loro posizione defilata facilmente si prestano alle frequentazioni da parte di assuntori di stupefacenti.

A conclusione del dispositivo, i carabinieri della Stazione di Rivergaro come assuntori di droga 7 giovani tra i 19 ed i 30 anni residenti a Milano, in provincia di Cremona e di Lodi. In tutto i militari hanno sequestrato circa 10 grammi di hashish e circa 15 grammi di marijuana. Lo stupefacente era destinato alla consumazione in loco.

Un automobilista 20enne di Travo, invece, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. A causa delle sue condizioni, alla guida della sua autovettura di proprietà, è andato a sbattere lungo la SS45. Sul posto è giunta la pattuglia dei Carabinieri di Rivergaro che ha condotto il giovane automobilista in ospedale per gli esami ematici. Era ubriaco, con un tasso alcolemico di 1,95 grammi per litro. La patente di guida gli è stata immediatamente ritirata e l’autovettura di proprietà è stata sottoposta a fermo amministrativo.