Da Piacenza “Città Mondiale di Costruzione di Pace” l’appello congiunto per la fine della guerra

Piacenza 24 WhatsApp

Piacenza il 22 aprile 2018 è stata nominata “La Città Mondiale di Costruzione di Pace” dal Segretariato Permanente del Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace, che dal 2017 ha posto la Sua sede nella nostra Città, a riconoscimento dell’attività svolta dalla Comunità Piacentina fin dal 1999 anche grazie alla Associazione Fondazione Gorbachev (allora Fondazione Gorbachev Italian Branch) per focalizzare l’attenzione globale sulle principali problematiche che minacciano la pace del mondo tra cui le armi nucleari, chimiche, tensioni etniche, povertà e disuguaglianze, e contribuire a risolverle.

“Per tale motivo, la Città Mondiale di Costruzione di Pace, il Comune di Piacenza, la Associazione Fondazione Gorbachev desiderano lanciare un accorato appello affinché tutti i leader mondiali lavorino per far cessare il conflitto tra Federazione Russa e Ucraina, conflitto che sta insanguinando il cuore dell’Europa e affinché non si creino più le condizioni che consentano le violazioni dei diritti umani, la violazione della libertà e della autodeterminazione dei popoli, situazione in cui, quasi sempre per volontà di pochi, a soffrire e ad essere danneggiati sono spesso solo gli innocenti e coloro che non vogliono la guerra”.

Aderiscono all’appello le ACLI di Piacenza e l’Opera Pia Alberoni.

Radio Sound
blank blank