Assigeco Piacenza vs Biella: vittoria di energia e difesa per i biancorossoblu

assigeco piacenza

Un tempo per mettere in linea le intenzioni con i pensieri. Il resto per far lievitare il desiderio di vittoria con gli arcobaleni di Gabe DeVoe e Gherardo Sabatini le due punte del diamante dell’Assigeco Piacenza (53 punti di coppia) che taglia i fili della resistenza di Biella e mettono la ceralacca sul settimo successo al “PalaBanca” della stagione.

La cronaca

Il secondo casalingo consecutivo a cavallo della finestra della Finals di Coppa Italia. Convincente avvio del tour de force di queste due settimane, pieno di confronti fondamentali ai fini dell’ingresso nella griglia play off. In una serata dominata a rimbalzo (50-33) contro i giovani virgulti guidati dall’ex Andrea Zanchi, apparsi meno pimpanti e continui del solito e con Hasbrouk costretto a soli 19’ sul parquet, l’Assigeco sviluppa il proprio copione sull’attacco al canestro, considerata la mira storta dall’arco, e sulla fase difensiva, recupero palla e rapidità in transizione.

blank

Meglio dopo l’intervallo lungo, quando l’efficacia delle mosse dei ragazzi di Stefano Salieri aiutano a stringere forte il destino della contesa nelle proprie mani.

All’inizio c’è spazio per le vitalità di Pollone e Morgillo per il massimo vantaggio ospite (7-12 al 5’) rapidamente annullato dall’incremento di intensità dei biancorossoblu che mettono il naso avanti alla prima sirena, viaggiano a corrente alternata nella prima parte del secondo periodo (24-25 al 7’) prima del deciso cambio di marcia con il break (11-0) degli ultimi tre giri di lancette prime dell’intervallo lungo.

Momento decisivo, Cesana a riposo

E’ il momento decisivo della serata. L’Assigeco Piacenza prende l’inerzia, alza i giri al massimo e stacca decisamente gli ospiti, in difficoltà nel frenare l’impeto lodigiano, nonostante la verve di Bertetti. Guariglia, Galmarini, Gajic e Pascolo sono utili nel lavoro difensivo.

A far scattare la molla dei giochi offensivi sono Sabatini e DeVoe, letteralmente scatenati nel tagliare a fette l’area ospite. Risparmiando Cesana, non al meglio fisicamente, Stefano Salieri lascia fluire l’esperienza e la bravura dei due esterni.

Le loro giocate fanno venire il mal di testa agli avversari e allargano progressivamente il divario. 48-27 al 4’, 51-29 al 7’ del terzo quarto.65-41 al 1’, massimo vantaggio, 70-50 all’8’, con la vittoria messa definitivamente al sicuro. Biella non ha la forza di disegnare un finale differente, l’Assigeco può gestire senza patemi la parte conclusiva della serata cominciando a pensare alla trasferta di domenica a Trapani

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank