Bianca Fiorito vince il Concorso internazionale di flauto “Emanuele Krakamp”

Bianca Fiorito

Bianca Fiorito vince il Concorso internazionale di flauto “Emanuele Krakamp” . Si è concluso ieri, domenica 19 maggio, il prestigioso Concorso internazionale di flauto “Emanuele Krakamp”, tenutosi per la prima volta a Salsomaggiore Terme, nella cornice suggestiva della Sala delle Cariatidi di Palazzo dei Congressi, per tre giorni centro cuore della musica classica di stampo mondiale. A vincere la XXXI Edizione, ospitata da I Musici di Parma nell’ambito della 9ª edizione della rassegna “Musica alla Terme, è stata Bianca Maria Fiorito, giovanissima, diplomatasi a soli 15 anni con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica S. Cecilia.

È stata una tre giorni certamente carica di emozioni e di musica di alto livello quella andata in scena a Salsomaggiore Terme, che quest’anno per la prima volta ha fatto da palco per un concorso ormai storico, con le sue ormai 31 edizioni, organizzato in collaborazione con l’Accademia Musicale del Sannio, che richiama in Italia giovani promesse del flauto traverso da tutto il mondo. Tra i giurati, musicisti di fama internazionale del calibro del primo flauto del Teatro alla Scala, Marco Zoni, che ne vinse la prima edizione nel 1988.

I premiati

Bianca Maria Fiorito ha conquistato la giuria – composta dall’eccellenza flautistica europea – vincendo il primo premio per la categoria C, la principale e più ambita del Concorso, riservata ai nati a partire dal 1988. La Fiorito ha poi incantato il pubblico nel concerto di gala, tenutosi ieri, domenica 19 maggio, alle ore 17, sempre in Sala delle Cariatidi di Palazzo dei Congressi, eseguendo il Concerto per flauto e orchestra in Re di W.A. Mozart, accompagnata per l’occasione dell’Orchestra de I Musici di Parma, diretta da Nicolò Suppa. Portandosi a casa, oltre alla borsa di studio in palio, anche l’ottavino Pearl offerto da Dominelli Pietro Strumenti Musicali di Bergamo.

Classe 1999, diplomatasi a soli quindici anni con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia, Bianca Maria Fiorito frequenta attualmente l’Académie Supérieure de Musique di Strasburgo (Francia). Ha collaborato con musicisti del calibro di Pappano, Morricone, Visco, Canino, Pretto, Dall’Ongaro, Zhang, Rustioni, e molti altri. Ha vinto molti concorsi nazionali e internazionali, esibendosi come solista presso la Royal Albert Hall di Londra, con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, con l’Orchestra del Conservatorio S. Cecilia e con la Rotary Youth Chamber Orchestra, per fare solo alcuni esempi. Nel 2017 risulta idonea per l’Orchestra Giovanile Europea EUYO, con la quale si è esibita presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, al Dobbiaco Festival ed al Festival MiTo.

Il terzo premio ex aequo nella Categoria C è andato invece allo spagnolo Guglielmo Gonzales e all’italiana Cecilia De Angelis. Per la Categoria B (nati fino al 2002) il primo premio è andato invece ad Alessandro Bennardo e Beatrice Lanaro. Infine per la più giovane Categoria (nati dal 2003) a vincere sono state l’italiana Margherita Brodski e la polacca Karolina Lskowska.

Il concorso

Concorso storico e interamente dedicato al flauto, il Concorso internazionale di flauto “Emanuele Krakamp” si rivolge ai flautisti di tutte le nazionalità nati dal 1988 in poi e prevede 3 categorie suddivise per età. Porta il nome di Emanuele Krakamp (Palermo 1813 – Napoli 1883), flautista e anche compositore siciliano i cui concerti hanno raggiunto Europa e America, lasciando in eredità al mondo flautistico anche numerosi elementi didattici.

Tra i giurati, l’eccellenza musicale internazionale con Ulla Miilmann, primo flauto della Danish National Symphony Orchestra, Paolo Taballione, primo flauto della Bayrische Staatsoper di Monaco di Baviera, Domenico Alfano, primo flauto al Comunale di Bologna, Carlo De Matola, direttore artistico del Concorso e Marco Zoni primo flauto del Teatro alla Scala.

Bianca Maria Fiorito

Bianca Maria Fiorito, classe 1999, si diploma a soli quindici anni con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia, nella classe del M° F. Albanese. Successivamente si perfeziona con i Maestri A. Oliva (Accademia Nazionale di Santa Cecilia), M. Marasco (Accademia Italiana del Flauto) ed in musica da camera con G.P. Pretto (Scuola di Musica di Fiesole). Attualmente frequenta l’Académie Supérieure de Musique di Strasburgo (Francia) nella classe del M° M. Caroli.

Ha partecipato poi a numerose Master Class con i maestri G. Mastrangelo, D. Kruzansky, M. Caroli, C. Montafia, P. Taballione, P. Gallois (Accademia Chigiana di Siena) e J. Ostry. Nell’estate 2017 è ammessa a partecipare alla Nederlandse Fluit Academie con Emily Beynon, alla fine della quale si esibisce in diverse formazioni da camera nella Concertgebouw di Amsterdam.

Nella musica da camera e come Primo Flauto di molteplici orchestre ha collaborato con musicisti del calibro di A. Pappano, E. Morricone, C. Rizzari, C. Visco, S. Mercurio, B. Canino, G. Pretto, B. Aprea, M. Dall’Ongaro, R. Zigante, X. Zhang, D. Rustioni, T. Guschlbauer e molti altri. È risultata inoltre vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali, tra gli ultimi: Primo Premio “III Concorso Flautistico Internazionale S. Gazzelloni”, Seconda Classificata al “Premio Abbado”, Primo Premio Assoluto al “Grand Prize Virtuoso” di Londra, Primo Premio al “Concorso Internazionale AudiMozart”.

Si è inoltre esibita come solista, presso la Royal Albert Hall di Londra – Elgar Room e con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, con l’ensemble svizzero “I Baroccoli”, con l’Orchestra del Conservatorio S. Cecilia, con la Rotary Youth Chamber Orchestra e con l’Orchestre Symphonique d’Haguenau. Collabora regolarmente con l’Imago Sonora Ensemble esibendosi presso l’Accademia Filarmonica Romana come solista ed in formazioni cameristiche. È membro attivo poi del quintetto di fiati PentElios e dell’ensemble Pentarte con il quale ha inciso un CD di musiche contemporanee per la casa discografica LEAD RECORDS.

La musica nel sangue fin da giovanissima

Fin da giovanissima ha partecipato ad importanti Festival e Rassegne musicali tra cui, tra i più importanti, il Festival dei Due Mondi a Spoleto, il Ravello Festival, il Festival Federico Cesi in Umbria, la Stagione Concertistica della IUC-Istituzione Universitaria Concerti, la Stagione RiflesSuoni del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, il Festival Giovanile Biellese a Cossato, e si è esibita presso importanti istituzioni tra cui l’Auditorium Parco della Musica a Roma, la Sala Nervi in Vaticano, il Teatro Eliseo di Roma, l’Auditorium della Cité de la Musique et de la Danse di Strasburgo, l’Ambasciata della Svizzera Italiana, il Teatro di Sarteano, il Circolo Nazionale dell’Unione (del Teatro San Carlo) di Napoli, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro dal Verme di Milano, il Teatro Zandonai di Rovereto, riscuotendo notevole successo di pubblico e di critica.

Bianca Fiorito collaborato inoltre con molteplici orchestre, giovanili e non, tra le quali Orchestra Franco Ferrara, Orchestra Internazionale di Roma, Orchestre Symphonique de l’Académie Hear de Strasbourg, JuniOrchestra, Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani. Nel 2017 risulta anche finalista per l’orchestra giovanile europea EUYO ed idonea alle audizioni per l’Orchestra Giovanile Italiana, con la quale si è esibita presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, al Dobbiaco Festival ed al Festival MiTo.