Cantina Valtidone, il biologico al centro del concorso per le scuole piacentine

Sterza decisamente verso il mondo del biologico la quarta edizione del concorso per le scuole piacentine promosso da Cantina Valtidone. Un’iniziativa consolidata e molto apprezzata da studenti e professori degli istituti scolastici di ogni ordine e grado della provincia. Il concorso è nato nel 2016, in occasione del cinquantesimo anniversario di attività dell’azienda vitivinicola borgonovese. Concorso che ha il patrocinio della Provincia di Piacenza. Ha permesso negli anni agli studenti di misurarsi nella realizzazione di un’etichetta, poi di un spot e uno slogan. Lo scorso anno, infine, nella predisposizione di un calendario. Quest’anno, invece, anche sull’onda dell’impegno di Cantina nel campo della produzione biologica, il concorso si concentrerà sulla realizzazione di un ricettario. Focus su un prodotto biologico e sugli abbinamenti con i vini dell’azienda valtidonese.

La presentazione della quarta edizione del concorso si è tenuta nella sede di Cantina Valtidone ad opera del presidente, Gianpaolo Fornasari. Insieme a lui la curatrice Daniela Pilla e i rappresentanti dell’azienda. Il vicepresidente Graziano Alberti, i consiglieri Pierluigi Campagnia e Dionisio Genesi, il direttore Mauro Fontana e Antonella Zambelli.

blank

“Abbiamo in questi ultimi anni raggiunto la consapevolezza di essere la cantina del territorio”. Lo ha detto il presidente Fornasari. “Come tale vogliamo essere motore non solo di sviluppo economico e sociale, ma anche culturale. Oltre al concorso che quest’anno ha un’importante finestra sul mondo bio, sono tante le iniziative che ci vedono impegnati a sostegno di associazioni e attività socio-culturali e su progetti benefici. Come ad esempio quello dei defibrillatori in collaborazione con Progetto Vita o il sostegno ad AMOP”.

“E questo impegno – ha aggiunto il Direttore Fontana – ci viene riconosciuto anche dagli operatori commerciali come elemento distintivo e caratterizzante della nostra attività”.

Il concorso nel dettaglio

Ad entrare nello specifico del concorso, dal titolo emblematico “Un, due tre …bio” è stata Daniela Pilla, che ha ricordato date e modalità di partecipazione (la scadenza per le adesioni è il 30 aprile). Informazioni consultabili comunque sul sito internet www.cantinavaltidone.it. Pilla ha sottolineato: “Con questa edizione intendiamo avvicinare il mondo giovanile e le scuole al tema del biologico. Per permettere ai ragazzi di conoscere e approfondire le colture bio del nostro territorio, lo studio dei prodotti e il loro utilizzo in cucina; temi che oggi hanno conquistato una notevole diffusione nel dibattito culturale”. Il montepremi del concorso, anche quest’anno, è di 10mila euro. Contributi suddivisi tra i tre gradi di istruzione (primaria, secondaria di primo e di secondo grado) a sostegno delle attività didattiche.

Dopo una prima fase di individuazione degli elaborati più meritevoli, si passera alla fase finale come di consueto a settembre. Fase che prevede la presentazione pubblica da parte dei finalisti al Teatro di Pianello. La premiazione sarà in occasione della festa del vino novello Picchio Rosso di Cantina Valtidone a inizio novembre.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche Giovanni Bigoni, presidente di Endo-FAP Don Orione. Una classe dell’istituto ha vinto lo scorso anno uno dei premi come miglior calendario. Cantina Valtidone lo ha stampato in una edizione limitata. “Apprezziamo molto l’impegno e l’iniziativa di Cantina Valtidone perché permette ai nostri studenti di lavorare su un progetto concreto. Un progetto che ha degli sviluppi e che ci consente di confrontarci anche con un settore fondamentale della nostra economia territoriale, la produzione agroalimentare e vitivinicola”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank