Nuovo sportello e cartellonistica, Bobbio investe sul turismo: ecco l’App per accompagnare i visitatori alla scoperta del borgo

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Un percorso tra arte, storia, cultura, territorio, cibo, e benessere. Questo è il progetto “Bobbio Mon Amour” che sarà inaugurato domani. Un progetto molto concreto che prenderà forma in un nuovo ufficio turistico e in nuova cartellonistica mirata a promuovere il suggestivo territorio di Bobbio. Non solo, perché il capoluogo della Valtrebbia guarda anche alle più moderne tecnologie: ecco quindi una nuova App che prende il nome proprio del progetto: Bobbio Mon Amour, appunto. Questa innovativa campagna di valorizzazione sarà presentata ufficialmente, come detto, domani a Bobbio, in piazza San Francesco, alla presenza di Cristiano Casae Pierangelo Romersi, rispettivamente presidente e direttore di Destinazione Turistica Emilia, e di Patrizia Barbieri, presidente della Provincia.

Le funzioni del progetto permettono di far cogliere appieno ai visitatori quello che Bobbio rappresenta e ha ad offrire. Lo scopo è quello di catturare l’interesse del visitatore invogliandolo a visitare Bobbio e i suoi dintorni e una volta giunto nel borgo coinvolgerlo nella visita attiva del paese e i suoi dintorni. E grazie alle peculiarità del progetto, sarà possibile fornire al visitatore tutte le nozioni che gli servono e guidarlo (nel vero senso della parola) alla scoperta del Borgo e del territorio. Il visitatore potrà scaricare l’applicazione (con i vari moduli inclusi) da casa tramite gli store o interfacciandosi tramite totem. In questo modo il turista può accedere alle informazioni, effettuare visite con percorsi “liberi” oppure scegliere tra i percorsi consigliati, scegliere cosa vedere, dove andare e in quanto tempo.  Lo smartphone e il tablet del visitatore si tramutano in uno strumento guida in grado di coinvolgere in una visita emozionale, alla scoperta delle particolarità e delle bellezze di Bobbio, grazie anche all’utilizzo della realtà aumentata, della realtà virtuale e della ricostruzione 3D.

blank

Far conoscere Bobbio attraverso la tecnologia

Quindi il progetto, conduce e accompagna il visitatore sia all’interno dei musei, chiese, abazie, e castello, guidandolo nella visita e facendole scoprire le particolarità di questi siti, con ricostruzioni virtuali di come erano alcuni ambienti e la fedele ricostruzione 3D,  di oggetti ormai ridotti a pochi frammenti, così come lo condurrà e guiderà all’esterno per vicoli, piazze, corsi, alla scoperta dei monumenti e particolarità di Bobbio. Questo, grazie all’utilizzo di oltre 20 beacon corazzati disposti lungo le vie del borgo e all’interno degli immobili interessati.

All’interno del castello è possibile vedere anche oggetti ricostruiti con tecnologia 3D , oltre che “vedere” in modo virtuale come erano alcune stanze del castello all’epoca in cui era solo una fortezza militare e poi come erano quando il castello divenne anche  residenza.

In sintesi, il visitatore può sapere tutto quello che Bobbio può offrire, semplicemente camminando per il borgo, può   venire anche a conoscenza dei vari eventi e manifestazioni presenti in programma, con tutte le informazioni ad essi relativi, scoprendo anche eventuali modifiche o novità in tempo reale.

L’utilizzo di tecnologie digitali di ultima generazione risponde a diversi obiettivi, tra cui consentire al visitatore che entra in un museo o in altro ambiente di poter personalizzare il suo percorso all’interno della struttura stessa in relazione ai suoi reali interessi e al tempo che ha a disposizione grazie all’utilizzo di filtri gestibili e personalizzabili in totale autonomia.

Una particolare attenzione è stata data al piccolo visitatore per il quale verranno predisposti appositi percorsi predefiniti o personalizzabili, anche i contenuti e i tasti saranno a misura di “piccolo visitatore” così come i giochi più avanti descritti.

Inoltre, il visitatore può mantenere traccia nello Smartphone dei tragitti e percorsi scelti, di poterli condividere sui suoi principali profili social [modulo condivisione social], originando un vero e proprio “passa parola”, aspetto rilevante al fine di promuovere il territorio Bobbiese e Bobbio stessa.

Con questo modulo, Il visitatore potrà condividere oltre che il percorso scelto e i relativi contenuti anche: altre notizie, news e foto o video fatti da lui stesso, inviandole direttamente in rete tramite la App, senza passare dalle app proprietarie.

Si tratta di un progetto multimediale interattivo, in quanto, utilizzando strumenti multimediali (HW e SW) tecnologicamente evoluti, veicola non solo informazioni e servizi ai cittadini, ai turisti e al tessuto socio economico (come: esercenti, ristoratori, albergatori e imprenditori), ma fa della comunicazione e immagine una delle sue “pietre portanti” dell’intero progetto, rendendo la visita del borgo, una esperienza dinamica, coinvolgente, avvolgente e dinamica.

Non dobbiamo mai dimenticare che il successo di tali progetti è legato non solo, alla funzionalità, alla tempestività degli aggiornamenti, alla dinamicità dei contenuti, ma in particolare al piano comunicazionale e dell’immagine che deve essere coordinato e integrato con le funzionalità del progetto stesso.

Il Progetto prevede una forte modularità, questo consente di poter espandersi in funzione di nuove esigenze e/o di nuovi interlocutori. La possibilità di avere differenti modalità di “divulgazione” delle informazioni e dei servizi, l’utilizzo di diverse tecnologie anche differenti tra loro, diverse modalità di interazione tra le stesse questo è possibile grazie anche all’utilizzo di una base dati comune al cui interno risiedono tutti i contenuti che vengono costantemente aggiornati, questo permette di far fronte a nuove esigenze in tempi brevi e certi.

Le modalità

La modularità, è una delle caratteristiche del progetto, ed è da intendersi estesa a tutte le componenti del sistema stesso quali: informazioni, servizi, nuovi strumenti di comunicazione, funzionalità, ambientazioni. Questa modularità consente non solo di pianificare l’attivazione da subito o nel tempo, di nuove informazioni, nuovi servizi da erogare, nuove interazioni o nuove tecnologie.

La distribuzione

Le differenti modalità di distribuzione dei contenuti/informazioni, in funzione del player su cui devono risiedere, permettono di  veicolare diverse tipologie di informazioni e servizi in modo differente, sia in termini di funzionalità, sia per diversa tipologia di mezzi utilizzati per la comunicazione.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank