Cent’anni di Piacenza Calcio: “E ora tutti uniti per tornare in serie B” – AUDIO

blank

Cent’anni di Piacenza Calcio. “Non abbiamo paura di andare in serie B e siamo pronti ad affrontare anche le cosiddette corazzate come l’Entella”. Stefano Gatti e Roberto Pighi, rispettivamente presidente onorario e vicepresidente del Piacenza Calcio suonano la carica. Non ai propri giocatori. Ma alla città. E lo fanno durante i festeggiamenti per il Centenario della società. Centenario celebrato questa mattina in Municipio, davanti al sindaco Patrizia Barbieri, alla giunta e a numerosi consiglieri.

blank

“In questa sala ci sono più presenze oggi che durante i consigli comunali” scherza Barbieri. “A parte le battute, la partecipazione dei rappresentanti dell’amministrazione e dell’assemblea dimostra l’attaccamento delle istituzioni verso questo club. Il Comune è solito sostenere le eccellenze del proprio territorio e il Piacenza Calcio è assolutamente una di queste. La famiglia Gatti non si è spaventata davanti alle difficoltà che l’attendevano e ha salvato quello che a tutti gli effetti è un patrimonio di tutti”.

“Oggi è una giornata importante per tutti i piacentini” ha detto Stefano Gatti. “La nostra famiglia ha investito molto, è vero, ma lo abbiamo fatto perché ci crediamo. Io seguivo il Piacenza fin da piccolo. E’ vero abbiamo davanti una squadra molto forte, l’Entella, ma anche le corazzate affondano. Noi ci crediamo”.

Il prossimo 23 aprile è in programma il match dei match, lo scontro diretto con l’Entella, attualmente prima in classifica a soli quattro punti di distanza dal Piace. “Sappiamo che la città è pronta a sostenere i colori biancorossi, sono attese 7mila persone. Il tutto esaurito insomma”. Commenta Roberto Pighi. “E’ un momento fortunato, i giocatori stanno bene e il calendario, sulla carta, è leggermente a nostro favore. Quella di quest’anno è un’occasione molto difficile da ripetere, almeno a questo livello. Quindi noi ci crediamo quest’anno”.

“Il Piacenza Calcio è nel cuore di tutti noi” commenta l’assessore allo Sport, Stefano Cavalli. “Questa squadra ha contribuito a diffondere il nome della città, è uno strumento di promozione territoriale fortissimo. Tutti i piacentini sognano di tornare ai livelli del passato e speriamo con tutto il cuore di riuscire a raggiungere quest’anno la serie B”.

Durante la cerimonia il sindaco Barbieri ha donato due targhe. Una al Piacenza Calcio, in quanto eccellenza del territorio. La seconda alla famiglia Gatti, per aver permesso ai piacentini di continuare a sognare.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank