Collegamento veloce con Milano, il progetto piace a Trenord

Collegamento veloce con Milano. “E’ un’ipotesi che rientra nei nostri piani, ha molto senso in prospettiva e noi la possiamo condividere”. Con queste parole i vertici di Ferrovie Nord Milano e Trenord hanno aperto alla richiesta di un collegamento veloce tra Milano e Piacenza. Richiesta avanzata questa mattina in un incontro tenutosi nella sede di FNM di Piazzale Cardorna a Milano. Al tavolo ha preso parte anche il Comune di Piacenza, con il sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri, e gli assessori Marco Tassi e Paolo Mancioppi. Insieme a loro anche Confindustria con il presidente Alberto Rota, Emilio Bolzoni e Attilia Jesini.

Alla delegazione piacentina si è unito il Basso Lodigiano, rappresentato dal sindaco di Codogno e presidente della Provincia di Lodi, Francesco Passerini. Oltre al primo cittadino i rappresentanti di Confartigianato e Confcommercio. Presente, inoltre, l’assessore al Territorio di Regione Lombardia, Pietro Foroni, che ha promosso l’incontro. Infine Cesare Sgarzi, funzionario dell’assessorato ai Trasporti di Regione Emilia-Romagna.

Ad accogliere la folta delegazione, il presidente di Ferrovie Nord Milano, Andrea Gibelli e l’amministratore delegato e direttore di Trenord, Marco Giovanni Piuri. Questi hanno tracciato un quadro dell’attuale situazione aziendale, con un piano di sostituzione dell’intera flotta dei treni che inizierà dal 2020. Senza contare una strategia di efficientamento del servizio che si basa sull’idea di connessioni di poli di territori.

Proprio per questo motivo, il polo Piacenza-Basso Lodigiano e la sua richiesta di un collegamento veloce che unisca questo territorio a Milano, sono risultati particolarmente interessanti. Perfettamente congrui alle idee e ai progetti di Trenord.

L’incontro

Sia il sindaco Barbieri che il sindaco Passerini hanno evidenziato come un collegamento veloce tra Piacenza e Milano, con solo fermate intermedie a Codogno e Lodi, “non è più solo un progetto indispensabile, ma anche urgente”. Un progetto che potrebbe non solo rispondere alle esigenze dei pendolari, ma soprattutto avrebbe positive ripercussioni sia in tema ambientale sia a livello di sviluppo economico dell’intera area.

A cogliere la congruità della proposta avanzata da Piacenza e Basso Lodigiano è stato l’assessore regionale Pietro Foroni, il quale ha ribadito di credere molto in questo progetto. Un progetto che va valutato nella sua completezza, ma che può avere positivi sviluppi.

I vertici di FNM e Trenord hanno quindi dato appuntamento a prossimi ulteriori incontri. Obiettivo verificare tempi e modi di inserimento di questo collegamento veloce nella prossima programmazione aziendale.

Al termine dell’incontro, il sindaco Barbieri ha espresso soddisfazione per l’unità di intenti e la collaborazione con il basso lodigiano. “Soddisfazione anche per l’apertura registrata dai vertici di Trenord che ci permette di guardare con fiducia a questa fondamentale partita. Al di là del dialogo tra Lombardia ed Emilia-Romagna sul tema del trasporto ferroviario, l’interessamento della nostra richiesta alle strategie aziendali di Trenord rappresentano una porta aperta che dobbiamo assolutamente concretizzare”.

Soddisfazione anche da parte della delegazione di Confindustria Piacenza. Fin dal 2013, in vista di Expo Milano, aveva infatti sollevato questa necessità per la quale era stato anche elaborato un progetto. Progetto che questa mattina è stato sottoposto all’attenzione dei vertici di Trenord.