Consorzio Piacenza alimentare: “Fare rete per creare un circuito di turismo enogastronomico” – FOTO e AUDIO

Lunedì 16 settembre a Piacenza, presso la prestigiosa location di Sant’Agostino si è tenuto l’aperitivo di fine estate. Un evento organizzato dal Consorzio Piacenza Alimentare in cui sono stati presentati i progetti attuali e futuri della realtà piacentina per l’export.

A presentare la serata erano presenti i giornalisti Edoardo Raspelli e Sara Colonna.

Il Consorzio Piacenza Alimentare, infatti, è nato nel 1980 per favorire e promuovere l’internazionalizzazione delle proprie aziende associate; è il più grande d’Italia per numero di soci; in questa occasione ha annunciato i prossimi impegni di ottobre con l’Anuga di Colonia ed il Bellavita di Londra; mentre per il 2020 sta già coordinando la partecipazione alle più importanti manifestazioni internazionali del mondo agroalimentre. Dal Foodex di Tokyo al Gulfood di Dubai; passando per il Cibus di Parma e il Plma di Amsterdam. E infine il Summer Fancy Food di New York e Sial di Parigi.

L’incontro si è aperto con i saluti del sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, e del presidente della Camera di Commercio, Alfredo Parietti. Poi il presidente, Emanuele Pisaroni, dell’azienda Cascina Pizzavacca, ha lasciato la parola al vicepresidente Stefano Perini della F&P Wine Group, delegato al progetto di marketing territoriale “Destinazione Piacenza”.

Un progetto nato per favorire il turismo verso la città di Piacenza attraverso percorsi enogastronomici che faranno scoprire le eccellenze della provincia. Il tutto entrando a contatto diretto con i produttori.

Un’idea, questa, sostenuta dalla Camera di Commercio di Piacenza, appoggiata dal Comune e da tutte le associazioni di categoria del territorio. Soggetti che hanno designato il Consorzio Piacenza Alimentare il veicolo attraverso il quale far conoscere le specialità del nostro territorio.

“Creare un circuito di turismo enogastronomico”

“La volontà è quella di creare un circuito di turismo enogastronomico che sposi i nostri prodotti alle bellezze del territorio; abbiamo già parecchie adesioni e ci prepariamo ad entrare nella fase operativa“. Sono le parole di Pisaroni.

Il Presidente ha sottolineato che il Consorzio sta lavorando assieme al Consorzio Vini Doc, al Consorzio Salumi dop piacentini, alla Strada dei vini e dei sapori dei Colli Piacentini ed alla strada del Po e dei Sapori della Bassa; “Insieme si possono fare ottime cose, è importante che nelle fiere e in tutte le iniziative di settore Piacenza si presenti unita con le sue grandi e piccole realtà”.

E’ intervenuto anche il caporedattore di Libertà, Giorgio Lambri; ha parlato dei grandi progressi che il “sistema Piacenza” sta facendo per diventare finalmente brand vincente.

A fine lavori il Consorzio ha offerto un ricco buffet di prodotti preparati dagli chef del ristorante Il Morino di Caorso. Chef che hanno sapientemente trasformato i prodotti delle aziende consorziate in ghiotte preparazioni, particolarmente apprezzate dagli oltre 300 ospiti presenti.

Le aziende di Piacenza Alimentare sono ambasciatrici di differenti settori merceologici, dai più famosi salumi, vini e formaggi alle conserve di frutta e di verdura, salse, conserve di pomodoro, condimenti, farine, pasta fresca, succo di limone, prodotti da forno e dolciari, liquori, caffè e tanto altro.

Per rallegrare la serata sono arrivati anche i saluti di alcuni protagonisti del mondo televisivo del food: il giapponese Hiro, Giorgione, Max Mariola, Vito Bicocchi e Igles Corelli, che hanno ricordato la bontà dei prodotti piacentini e la bellezza del territorio di Piacenza.