Storie da coronavirus: lo strano caso degli allenamenti in casa Vigor Carpaneto

vigor carpaneto, coronavirus
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Vigor Carpaneto, coronavirus ed allenamenti: una storia strana

Il caso coronavirus ha creato tanto scompiglio in città. Da circa una settimana Piacenza e provincia sono sotto scacco della malattia virale che sta continuando ad occupare le prime pagine della cronaca locale. Ovviamente lo sport ci è finito dentro fino al collo. Si sono verificati almeno due weekend di pausa, e la speranza è tutta rivolta verso l’8 marzo. In occasione della festa della donna speriamo si possa tornare a calcare i campi. Anche a porte chiuse.

Il caso Vigor Carpaneto

In tutto questo marasma generale, è singolare ciò che è accaduto alla Vigor Carpaneto di mister Stefano Rossini. La formazione biancazzurra stava attraversando un bellissimo di forma con 5 risultati utili consecutivi e si è ritrovata, forzatamente, ai box per le strette e necessarie misure di sicurezza. Ora i biancazzurri sono 13esimi in graduatoria, appena retrocessi in zona playout.

Come aveva annunciato mister Rossini ai nostri microfoni, alla Vigor era stata concessa la ripresa degli allenamenti a porte chiuse, in concerto con il sindaco della cittadina. Dopo due allenamenti nella giornata di martedì e mercoledì, nella giornata di giovedì arriva la disdetta. In concomitanza con il primo contagio a Carpaneto, il sindaco ha ritirato la concessione alla società del presidente Rossetti, sintomo di difficoltà di interpretare in maniera univoca le norme in una situazione derivante da un caso decisamente eccezionale

Quello che ovviamente fa notizia in un momento dove è prioritaria è la volontà di protezione della salute, è la differenza di giudizio. Le autorità preposte nello stesso girone hanno permesso la ripresa degli allenamenti a tutte quelle realtà che avevano avuto lo stesso stop.

Le sensazioni di minor preoccupazione e di un lieve ottimismo che in questo momento si percepiscono a livello locale e nazionale, dovrebbero consentire in giornata di risolvere anche questo inghippo, e permettere ai biancazzurri di riprendere la preparazione per giocarsela ad armi pari con i concorrenti fino alla fine.