Riapre la galleria Ricci Oddi e la città riabbraccia il Klimt: “Un segnale forte di incoraggiamento per la città”

blank

“La riapertura della Galleria Ricci Oddi dopo questi lunghi mesi di chiusura forzata, rappresenta un segnale forte di incoraggiamento per l’intera città perché possa ripartire al meglio”. E’ quanto afferma il sindaco Patrizia Barbieri che questa mattina, insieme all’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, ha voluto vedere in prima persona l’esito degli importanti lavori finanziati dal Comune per riqualificare la Galleria e seguire la ripartenza dei musei cittadini: “E’ davvero un segnale molto positivo vedere fin da subito – hanno aggiunto sindaco e assessore – un numero così elevato di visitatori alla nostra galleria, dove dopo quasi 24 anni è finalmente possibile rivedere il tanto atteso “Ritratto di signora” di Gustav Klimt. L’impegno economico per questo essenziale investimento sostenuto dall’Amministrazione – hanno spiegato Patrizia Barbieri e Jonathan Papamarenghi – è stato di 536mila euro. Oltre alla climatizzazione i lavori appena conclusi hanno previsto un completo rifacimento di tutti gli impianti di illuminazione mantenendo l’impostazione dell’architetto Giulio Ulisse Arata, che progettò la Galleria”.

blank

Hanno aggiunto: “Altro impegno concreto è stato, d’intesa con la Fondazione di Piacenza e Vigevano, il rifacimento di tutte le facciate ammalorate da tempo, con un esborso a carico del Comune di oltre 47mila euro, cui sono seguiti i lavori di sistemazione dei giardini, delle aree esterne e la rimozione delle piante rampicanti; proprio nel corso di questi interventi fu rinvenuto nel dicembre 2019 il “Ritratto di Signora”. Infine a tutto questo si è aggiunta la sistemazione del salone d’onore con la tinteggiatura dell’esedra che ospita attualmente l’allestimento che ospita la preziosa opera di Klimt.

Hanno inoltre affermato sindaco e assessore: “Sono stati realizzati interventi di carattere strutturale, ma anche investimenti volti a fornire un assetto organizzativo che migliori in modo decisivo la promozione della Galleria, tant’è che fin da subito abbiamo dato la piena copertura per i costi necessari all’assunzione di un direttore, che mancava da diversi anni: vogliamo avere una figura di adeguata levatura per il rilancio della pinacoteca”.

Sindaco e assessore hanno concluso la loro visita augurando buon lavoro ai tanti operatori e volontari non solo della Ricci Oddi ma di tutto il sistema culturale piacentino, che tra ieri e oggi sono tornati al loro posto dopo mesi di chiusure forzate: “Siamo grati – hanno detto – alla loro presenza e alla loro attività e siamo certi che la ripartenza dovrà per forza essere connessa anche alla cultura, elemento essenziale sia per una comunità più consapevole che per le ricadute dell’ampio indotto che coinvolge”.

Ad accogliere il Sindaco e l’assessore, assieme ai volontari e a Leonardo Caronia e Dario Gallinari, personale di custodia che si occupa con passione della Galleria, erano presenti il vicepresidente Eugenio Gazzola e Giovanni Giuffrida, rappresentante nel CdA del Comune di Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank